Ma non lo avevano liberato? E invece Ai Weiwei non può lasciare Pechino, non può parlare con i media e gli hanno bloccato pure Twitter…

Conoscendo bene la sua incomprimibile necessità di comunicare, di condividere, c’è da scommettere che la limitazione più pesante per lui sia proprio quella. È ferma da quel fatidico 3 aprile, infatti, la pagina Twitter di Ai Weiwei, ovvero dal giorno in cui lo arrestarono tirandolo giù dalla scaletta dell’aereo per Hong Kong. Poi sono successe […]

Ai Weiwei

Conoscendo bene la sua incomprimibile necessità di comunicare, di condividere, c’è da scommettere che la limitazione più pesante per lui sia proprio quella. È ferma da quel fatidico 3 aprile, infatti, la pagina Twitter di Ai Weiwei, ovvero dal giorno in cui lo arrestarono tirandolo giù dalla scaletta dell’aereo per Hong Kong. Poi sono successe tante cose, e poi è stato pure ufficialmente “liberato”, dopo aver ammesso le sue colpe nei confronti del fisco cinese (anche Al Capone fu incastrato per evasione fiscale, a Chicago, ricordate?).
Libertà alla cinese, insomma: buona per spianare la strada al premier Wen Jiabao nel suo tour europeo, evitandogli un altro inopinato fronte di polemiche. Libertà che sa di beffa: oltre al lucchetto a Twitter – l’artista ha oltre 89mila followers -, non può infatti lasciare Pechino, ed in generale gli è proibito qualsiasi contatto con i media. E le inaffabili autorità cinesi rivendicano il proprio orgoglio, bollando le proteste internazionali come “vuoto chiacchiericcio”…

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • Pantzela

    Il potere non si smentisce mai!!

  • hm

    ma al caprone cosa c’entra?

  • bhe secondo me è più interessante un artista che può fare quello che vuole in situazioni simili a quella cinese…può fare quello che vuole e non capita niente e non succede niente….questo metterebbe quell’artista realmente in discussione e gli farebbe fare una salto di qualità….