Lo Strillone: vade retro eolico sul Fatto Quotidiano. E poi Carmelo Bene, Locarno, Accademie d’arte…

Per chi è convinto la filosofia sia solo roba da intelligentoni, Libero consiglia una capatina a Civitanova Marche dove da oggi – e fino al 7 agosto – va in scena Popsophia, primo festival dedicato alle categorie dello spirito che leggere sembrano, ma in fondo – forse – tanto lievi non sono. Per saperne di […]

Quotidiani
Quotidiani

Per chi è convinto la filosofia sia solo roba da intelligentoni, Libero consiglia una capatina a Civitanova Marche dove da oggi – e fino al 7 agosto – va in scena Popsophia, primo festival dedicato alle categorie dello spirito che leggere sembrano, ma in fondo – forse – tanto lievi non sono. Per saperne di più conviene un’occhiata a Il Riformista, che pubblica in anteprima l’intervento che nelle Marche farà Simone Regazzoni.

L’eolico incombe su Sepino, che Il Fatto Quotidiano ricorda come la “Pompei del Molise”: l’installazione di sedici pale rischia di deturpare l’area archeologica; L’Unità annuncia la messa n vendita della casa museo del compianto Carmelo Bene; Il Giornale da conto della mobilitazione dell’art system per evitarne lo sputtanamento.

Sessanta pezzi dei Musei Vaticani in trasferta a San Marino, in mostra dalla fine di agosto: fonte Avvenire. Tra un paio di settimane parte il Festival del Cinema di Locarno: ce lo ricorda Europa, mentre Il Foglio già si lancia nelle previsioni, convinto sarà un’edizione particolarmente gustosa. Il manifesto dedica all’appuntamento un ricco primo piano; ma recensisce anche il primo numero di  New Order, nuova rivista italo-berlinese diretta da Marco Scotini.

La Repubblica riprende la protesta dei ragazzi delle Accademie d’arte, che chiedono il loro titolo di studio venga equiparato alla laurea. Se proprio siete convinti che cambiare titolo al pezzo di carta vi cambi anche la vita, vi do il mio di diploma di laurea. A me non serve ad una cippa.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.