Lo Strillone: speciale Polonia sul Sole 24 Ore. E poi Sicilia, Valdarno, Leonardo …

Libero fa l’inchiestona, dalla Sicilia con furore: arte, cultura e musei sotto giurisdizione della Regione costano 67 milioni di euro e ne incassano poco più di 12. Reportage da un mondo di sprechi assurdi: ci sono siti che non hanno, in un anno, staccato un solo biglietto a pagamento. Il Saturno de Il Fatto Quotidiano […]

Quotidiani
Quotidiani

Libero fa l’inchiestona, dalla Sicilia con furore: arte, cultura e musei sotto giurisdizione della Regione costano 67 milioni di euro e ne incassano poco più di 12. Reportage da un mondo di sprechi assurdi: ci sono siti che non hanno, in un anno, staccato un solo biglietto a pagamento.

Il Saturno de Il Fatto Quotidiano ci porta in tournée: a Basilea per Brancusi e Serra, al Prado per vedutismi romani dal XVII secolo. Non ha niente a che vedere con l’arte in senso stretto, ma l’immagine che l’Unità sceglie per accompagnare un pezzo sullo studio che lega l’andamento della salute a fattori economici (ah! Questi marxisti!) vale davvero l’euro e venti del quotidiano: uno spassosissimo David di Michelangelo imbolsito a Photoshop.

Artribune se n’è accorta già da un po’: la Polonia tira di brutto. Se arte a parte volete pensare di investire laggiù pigliatevi Il Sole 24 Ore, che a quel paese dedica un intero speciale. Vacanze intelligenti su Avvenire con un tour slow, in treno, lungo la Valdarno: a caccia di luoghi masacceschi, pulpiti longobardi … e vino buono.

No, eh! Dopo il Caravaggio fasullo lanciato dal Domenicale con ennesima sgarbeide non siamo pronti ad una nuova guerra di attribuzioni! Per cui al Corriere della Sera conviene che la notizia del ritrovamento – in USA – di un Salvator Mundi attribuito a Leonardo sia ineccepibile. Per ora “Artnews” e “Wall Street Journal” si dicono certi. E la firma ce l’ha messa pure Pietro Marani. Per ora.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.