Lo Strillone: Paolina Bonaparte miss arte su Repubblica. E poi Vaticano, Walter Benjamin, Pietromarchi…

Specchio specchio delle mie brame, chi è la più sexy del reame? Degno di Studio Aperto l’inchiestone che Natalia Aspesi ci regala – con richiamo in prima pagina – su La Repubblica. Alla Paolina Bonaparte marmorizzata da Canova la palma della più bella di sempre. In classifica anche la Gioconda: in attesa che arrivi a […]

Quotidiani
Quotidiani

Specchio specchio delle mie brame, chi è la più sexy del reame? Degno di Studio Aperto l’inchiestone che Natalia Aspesi ci regala – con richiamo in prima pagina – su La Repubblica. Alla Paolina Bonaparte marmorizzata da Canova la palma della più bella di sempre. In classifica anche la Gioconda: in attesa che arrivi a Firenze, il Corriere della Sera passa all’export. Intervista al presidente della Triennale che lancia la partnership con Shangai… e perché non esportare Palladio?

Ratzinger inaugura la sua contemporary chapel, con la collettiva vaticana a due passi dalla Sistina. Europa sottolinea il cerimoniale del vernissage, con Pater Noster live (al pianoforte Arvo Pärt) e proiezioni di filmato a firma Pupi Avati. Avvenire offre all’evento una finestra in prima: pagina piena all’interno, con intervista a Paolo Portoghesi e Kengiro Azuma.

Esce per la collana Sms di Skira la prima edizione italiana con illustrazioni – scelte a suo tempo dall’autore sé medesimo – della Piccola storia della fotografia di Walter Benjamin, lanciata oggi da L’Unità. Bartolomeo Pietromarchi virgolettato su La Stampa: in un occhiello la presentazione della nuova guida del Macro.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.