Lo Strillone: i soldi di Galan al teatro su La Stampa. E poi Cattelan, Pippo Ciorra, Palazzo Barberini…

Galan getta la maschera e mette mano ai cordoni della borsa: lo stato dei teatri italiani su La Stampa, con tanto di commento a firma Masolino D’Amico, e il ministro che promette il ritorno dei finanziamenti entro tre anni. E sui soldi – pubblici – spesi per l’imperdibile Salone della Parola di Pesaro indaga Il […]

Quotidiani
Quotidiani

Galan getta la maschera e mette mano ai cordoni della borsa: lo stato dei teatri italiani su La Stampa, con tanto di commento a firma Masolino D’Amico, e il ministro che promette il ritorno dei finanziamenti entro tre anni. E sui soldi – pubblici – spesi per l’imperdibile Salone della Parola di Pesaro indaga Il Giornale, svelando retroscena poco chiari attorno ad un festival della filologia che pare piacere a pochi.

In vacanza con l’arte: collettivona balneare a Pietrasanta, lanciata a sorpresa dal ben poco borghese Il manifesto; Salvator Rosa ed altri caravaggeschi a Campione d’Italia su Avvenire; sotto l’ombrellone Il Fatto Quotidiano suggerisce di portare la biografia di Cattelan firmata da Bonami… e pure Senza architettura, di Pippo Ciorra: anche se la tesi della morte dei progettisti non convince, dalla parti di Saturno.

Reportage da Palazzo Barberini per L’Unità: restituite alla collettività le sale del piano nobile, con affreschi di Pietro da Cortona ed opere di Giordano, Ribera e Canaletto.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.