Lo Strillone: Galan apre ai privati su Quotidiano Nazionale. E poi Pompei, musei UK, Warhol…

Non si tiene più, Giancarlo Galan: intervista a ruota libera su Quotidiano Nazionale dove reclama meno Stato e più privati nel mondo della cultura. Ovvio il riferimento a Della Valle e all’operazione Colosseo; meno ovvi – ma deliziosi – gli appunti alla Report sulle condizioni di alcuni siti fichi del Belpaese: stile Uffizi, dove è […]

Quotidiani
Quotidiani

Non si tiene più, Giancarlo Galan: intervista a ruota libera su Quotidiano Nazionale dove reclama meno Stato e più privati nel mondo della cultura. Ovvio il riferimento a Della Valle e all’operazione Colosseo; meno ovvi – ma deliziosi – gli appunti alla Report sulle condizioni di alcuni siti fichi del Belpaese: stile Uffizi, dove è impossibile pagare qualcosa con il bancomat o la carta di credito; stile Pompei, dove c’è un unico punto di ristoro.

E a proposito di Galan, e a proposito di Pompei, Il Secolo d’Italia celebra un presunto salvataggio dell’area archeologica per mano del ministro. Ma sono tempi di vacche magre, si sa, un po’ per tutti: La Repubblica lancia il reportage su Londra, pronta a mettere il biglietto d’ingresso ai musei – a proposito: intervista a margine al direttore degli Uffizi -; da Il manifesto al Corriere della Sera si discute del blocco degli sconti sui libri: da settembre vietato scendere sotto il 15% del prezzo di copertina.

Capitolo mostre: La Stampa anticipa Cortonantiquaria, che presenterà un inedito Bernini, forse un autoritratto giovanile, forse un ritratto di Pietro da Cortona; Il manifesto a Metz, per Warhol et alia al distaccamento del Pompidou, ma anche a Torino: nel borgo medievale al Valentino mostra gratuita su 150 anni in riva al Po, visti in fotografia.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.