La memoria, proiettata in piazza. Con un referendum Imola assegna a Studio Azzurro il concorso per Piazza Matteotti

I partecipanti sono stati 612, e di questi 394 hanno votato Studio Azzurro, 196 Krysztof Wodiczko, con 20 schede nulle e 2 bianche. Questa è arte partecipata: con un referendum tenuto fra tutti i cittadini – prassi alquanto diffusa all’estero, alquanto nuova dalle nostre parti -, Imola ha decretato i risultati del concorso indetto per […]

Studio Azzurro
Studio Azzurro

I partecipanti sono stati 612, e di questi 394 hanno votato Studio Azzurro, 196 Krysztof Wodiczko, con 20 schede nulle e 2 bianche. Questa è arte partecipata: con un referendum tenuto fra tutti i cittadini – prassi alquanto diffusa all’estero, alquanto nuova dalle nostre parti -, Imola ha decretato i risultati del concorso indetto per la scelta di una nuova opera d’arte pubblica per Piazza Matteotti.
Le preferenze dunque sono andate a Il segno della memoria, del gruppo milanese, “progetto dedicato al ricordo, non in forma passiva, nostalgica ma con una visione che guarda al presente e al futuro, alla vita della nostra città”. Di che si tratta? Di una sorta di “schermo” steso sulla piazza all’incrocio tra il prospetto del Palazzo Comunale e via Aldovrandi, sul quale verranno proiettate immagini della memoria storica imolese, messe a disposizione direttamente dalla cittadinanza per mezzo di un apposito sito internet. E in attesa di poter vedere l’opera realizzata, eccovi una carrellata di progetti di Studio Azzurro…

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.