Giovani artisti, scelti da un gruppo di intellettuali. Ok, ancora Padiglione Italia. E invece no, siamo in Calabria, anzi su Facebook…

È una tendenza strana quella diffusasi ultimamente, ovvero coinvolgere intellettuali, critici e storici dell’arte (e non necessariamente contemporaneisti) per la scelta ed il sostegno di giovani artisti che partecipano ad una esposizione d’arte. A Cosenza la mostra co–curata da Tonino Sicoli e Roberto Sottile, Punto critico, aperta al pubblico il 7 giugno 2011, ricorda il […]

Il Museo del Presente

È una tendenza strana quella diffusasi ultimamente, ovvero coinvolgere intellettuali, critici e storici dell’arte (e non necessariamente contemporaneisti) per la scelta ed il sostegno di giovani artisti che partecipano ad una esposizione d’arte. A Cosenza la mostra co–curata da Tonino Sicoli e Roberto Sottile, Punto critico, aperta al pubblico il 7 giugno 2011, ricorda il Padiglione Italia di Vittorio Sgarbi, ma con una variante: in parte, la valutazione sulle opere esposte viene espressa dal pubblico di Facebook, con un’incidenza del 50% sul voto finale, che verrà decretato da una giuria tecnica a chiusura evento.
Niente mostra da vedere, dunque. Basta chiedere l’amicizia al Polo Museale di Rende, votare l’opera e il relativo intellettuale preferito e il gioco è fatto. Nell’epoca della tecnologia avanzata e dei social network a cosa serve andare in un Museo, quando si può osservare una bella immagine comodamente seduti davanti il proprio computer? E intanto il Museo del Presente vede salire le proprie connessioni, mentre schiere di giovani intellettuali under 35 e giovani artisti, bravi e non, bombardano la casella di posta, affinché il voto venga dato non all’opera migliore, ma come dire, “da amico ad amico”.

Alessandra Fina

CONDIVIDI
Alessandra Fina
Vive a Roma. Ha conseguito la laurea magistrale in Curatore d’arte contemporanea presso l’Università La Sapienza. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati (Villa Torlonia, Caffè Letterario Roma ecc). Ha lavorato presso Palazzo delle Esposizioni come operatore didattico e addetta all’accoglienza. Ha partecipato alla redazione del testo Europa – America 1945 – 1985, una nuova mappa dell’arte a cura di Carla Subrizi e del catalogo della mostra Sguardi Multipli. Rassegna Nazionale di Arti Visive (Palazzo San Bernardino, Cosenza – Castello Estense, Ferrara). Ha collaborato con l’ufficio stampa Novella Mirri e Maria Bonmassar. Attualmente si occupa di comunicazione e public relation e collabora con importanti testate di settore: Artribune e Tafter.