Europa sabauda. TeatroaCorte011 fa di Torino la capitale del teatro e della danza europei

A Torino il teatro dà i numeri, e noi ve li restituiamo. 31 compagnie, 12 diverse nazionalità, 31 spettacoli, 55 repliche, 19 prime nazionali, 4 creazioni site specific, 9 produzioni e coproduzioni, 1 vetrina russa, 12 location in 7 comuni. E per finire: 2 Giornate Nazionali del Teatro. Sì, perché Teatro a Corte011, sotto la […]

Do Theatre - Upside Down

A Torino il teatro dà i numeri, e noi ve li restituiamo. 31 compagnie, 12 diverse nazionalità, 31 spettacoli, 55 repliche, 19 prime nazionali, 4 creazioni site specific, 9 produzioni e coproduzioni, 1 vetrina russa, 12 location in 7 comuni. E per finire: 2 Giornate Nazionali del Teatro. Sì, perché Teatro a Corte011, sotto la guida del direttore artistico Beppe Navello, è riuscito a strappare a Napoli l’ospitalità delle prestigiose giornate dedicate ai professionisti del settore, promosse da A.G.I.S. in collaborazione con Fondazione TPE e con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e le presenta come appuntamento iniziale dell’edizione 2011 del festival.
Il 7 e 8 luglio appuntamento, dunque, alla Reggia di Venaria Reale per un momento fondamentale di incontro tra chi fa teatro e lo rappresenta, e le istituzioni. Prendono il via così tre intensi weekend, dal 7 al 25 luglio, in cui si può assistere a spettacoli selezionati tra le migliori proposte della scena europea, fruibili in luoghi d’eccezione: performance itinerante a Rivoli con Kitsou Dubois e Fondazione TPE, il Castello di Moncalieri ospita, tra gli altri, la Compagnie Nieto, la Venaria Reale il teatro equestre di Theatre du Centaure e l’Orchestra di Piazza Vittorio; Pollenzo, con la sua incredibile Università del Gusto, accoglie la creazione site specific di Compagnie Parnas/Catherine Marnas. Una programmazione ad hoc è dedicata alla “vetrina russa”, per l’anno dei rapporti culturali Italia-Russia. Ampio spazio alla danza, altrettanto al circo contemporaneo, con Victoria Thierrée-Chaplin e Aurelia Thierréè; a Torino punto di incontro alla Cavallerizza Reale dove si possono conoscere numerose proposte dedicate ai giovani artisti e prendere un aperitivo con gli artisti del festival (sabato e domenica alle 12).

– Silvia Scaravaggi

www.teatroacorte.it


CONDIVIDI
Silvia Scaravaggi
Silvia Scaravaggi (Crema, 1979) è curatore d'arte indipendente, si occupa di scrittura d'arte e di progettazione culturale. Si è laureata in Teoria e Tecnica dei Mezzi di Comunicazione Audiovisiva alla Facoltà di Lettere dell'Università di Pisa e ha approfondito alcuni aspetti dei nuovi media alla Universiteit Van Amsterdam, nei Paesi Bassi. Si interessa di video, installazione, rapporto tra arte, scienza e tecnologia; cura selezionati progetti d'arte, con particolare attenzione al processo di costruzione di una dimensione collaborativa tra artista e curatore. Dal 2011 scrive per Artribune; dal 2005 fa parte del network di Digicult, pubblicando contributi per il magazine mensile Digimag. Per la Provincia di Cremona, dove lavora dal 2005, segue lo sviluppo del Distretto culturale provinciale, nell’ambito del progetto Distretti culturali ideato e realizzato da Fondazione Cariplo. Ha collaborato ad alcune edizioni di INVIDEO, mostra internazionale di video e cinema oltre, e a Techne05, mostra di installazioni interattive, a Milano.