Chieti, Wisconsin. Al Museo Archeologico Nazionale d’Abruzzo arriva Keith Haring con il murale di Milwaukee, ecco le foto

I segni fortemente grafici ed i personaggi stilizzati potrebbero per certi versi richiamare primitivi dipinti parietali, ma le vicinanze terminano qui. No, Keith Haring non rientra nella categoria dell’archeologia, anche se ad ospitarlo è un Museo Archeologico Nazionale, quello d’Abruzzo, ala Civitella di Chieti. E mica con una mostra qualsiasi: a dispetto delle migliaia di […]

I segni fortemente grafici ed i personaggi stilizzati potrebbero per certi versi richiamare primitivi dipinti parietali, ma le vicinanze terminano qui. No, Keith Haring non rientra nella categoria dell’archeologia, anche se ad ospitarlo è un Museo Archeologico Nazionale, quello d’Abruzzo, ala Civitella di Chieti.
E mica con una mostra qualsiasi: a dispetto delle migliaia di chilometri di distanza – oceano compreso -, per l’occasione si sposta nientemeno che il famosissimo murale di Milwaukee, una delle più significative tra le sue opere pubbliche. È costituito da 24 pannelli in legno realizzati nell’aprile del 1983 dall’artista, invitato dall’Università Marquette di Milwaukee a creare un gigantesco murale sul luogo in cui sarebbe sorto il nuovo museo Haggerty. Tutto da vedere, insomma, c’è tempo da domani 30 luglio fino al 19 febbraio 2012: e potete iniziare dalla fotogallery di Artribune

  • Catia Chelli

    Buonasera, mi chiamo Catia Chelli, sono una laureanda dell’Università di Pisa in Scienze dei Beni Culturali; la mia tesi si incentra sulla conservazione, movimentazione e allestimento dell’opera di Keith Haring, il murale di Milwaukee. Vi scrivo per chiedervi se potreste inviarmi le foto dell’opera per poterle analizzare nella mia tesi.

    Rimango in attesa di una vostra risposta,
    Cordiali Saluti.