Artista e gentiluomo. Avrà una medaglia d’oro al valor civile Marco Colombaioni, morto a Ravenna per salvare dei ragazzi dall’annegamento

L’Africa era il suo mondo, sia per l’ispirazione alla sua arte, sia nella vita di tutti i giorni, nel suo impegno civile. Perché così era Marco Colombaioni, giovane ventottenne morto ieri a Marina di Ravenna dopo aver tentato di salvare dall’annegamento un gruppo di ragazzi kenioti che accompagnava come volontario in occasione del Ravenna Festival. […]

Marco Colombaioni

L’Africa era il suo mondo, sia per l’ispirazione alla sua arte, sia nella vita di tutti i giorni, nel suo impegno civile. Perché così era Marco Colombaioni, giovane ventottenne morto ieri a Marina di Ravenna dopo aver tentato di salvare dall’annegamento un gruppo di ragazzi kenioti che accompagnava come volontario in occasione del Ravenna Festival.
Brillante artista allievo di Alberto Garutti e attivo nel gruppo costituitosi attorno all’Isola Art Center, Colombaioni nel suo lavoro pittorico rifletteva l’esperienza dei suoi viaggi in Africa, in particolare a Nairobi, Kenia. E ancora all’Africa guardava il suo impegno umanitario, come operatore della Onlus Amani, con la quale accompagnava un gruppo di giovanissimi artisti – attori, percussionisti, giocolieri, acrobati – ospito del festival romagnolo.
Per il suo gesto gli sarà tributata una medaglia d’oro al valor civile “per l’estremo sacrificio della vita per salvare quella degli altri”. E anche noi di Artribune vogliamo lanciare la nostra proposta: perché non intestare proprio a lui l’Incubatore per l’Arte progettato dall’Assessore Boeri e in via di inaugurazione in zona Isola?

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • ip

    non ci sono parole..

  • Monica

    Un vero eroe e non c’è altro da dire. Sono d’accordo con la vostra proposta sull’incubatore per l’arte. Cominciate a lancirla ojn line , vi seguiremo!

    • Monica

      Scusate i refusi: lanciarla on line

  • michele

    un vuoto che non ti fa dormire

  • nicola di caprio

    amara notizia! sarebbe civile intestargli il centro.

  • Anna Valeria

    Ricordo Marco come una delle persone più belle che io abbia incontrato. Quando mi sono trasferita a Milano per un anno ha collaborato con me, ed anche dopo, quando ha scelto di lavorare in Sardegna, e in Africa, l’amicizia non si è interrrotta; era disponibile e saggio. Nel suo lavoro di artista era estremamente innovativo, gli interessava capire, vivere fino in fondo. Era nato il 25 febbraio, come mio figlio. Ed io ora piango
    av

    • g.n.

      sì.

  • Marco Perciballi

    Marco Colambaioni è stato un esempio: Dio sa quanto c’è bisogno di esempi in quest’ epoca .
    Auguriamoci che per lui sia fatto il minimo: dedicargli quell’incubatore culturale.

  • Ho conosciuto Marco a Valledoria, in Sardegna, dove per due anni ha fatto lo scenografo. Ha sostenuto le iniziative mie e di Francesco e dell’ associozaione culturale bi.Q idee a morsi. Era un portatore sano di passione e valori rari. Era una persona da seguire, imitare per la sua visione della vita…era libero! sei libero!

  • l’ultima cosa che ci siamo detti è che sarebbe andato al mare.

  • Laura

    Mi associo a Clara. Il ricordo di marco deve essere dolce e di pace. Grazie Marco per il tuo esempio.

  • Francesco

    Grazie Marco… e grazie e tutte le persone generose. Ci mancherai…senza dubbio, ci macherai

  • l

    Il freddo ti assale
    non c’è spiegazione,
    il non senso
    forse ha ragione.

    Ogni minuto passato ti chiedo
    è valso quel secondo d’amore?
    il buio si apre incline
    e già sconfitto.

    Non un secondo
    è stato un per sempre
    intenso e presente
    senza incertezze.

  • Mi sembra poco dedicare un incubatore: sarebbe bello creare a suo nome un Premio per l’Arte giovane che veda come soggetti il tema della solidarietà proprio li a Marina di Ravenna. semper fidelis MA

  • manuela

    Ho saputo di Marco poco fa…credo anch’io che sarebbe una cosa giusta creare un Premio per l’Arte giovane a nome suo.
    Marco Combaioni, Artista e Gentiluomo.

  • matteo

    Ma cosa dite? Marco ha lottato per anni (dal 2004 circa) nella difesa della ormai ex Stecca degli Artgiani e dei giardini circostanti. Lo ha fatto insieme ad altre persone dell’associazione Isola Art Center e insieme al comitato degli abitanti del quartiere Isola. Lo ha fatto perchè crede in un arte che veramente può trasformare le cose e le persone e farle incontrare. Marco era assolutamente contrario al progetto Garibaldi-Repubblica di Boeri, con la distruzione della Stecca e la costruzione di palazzi sui giardini circostanti.
    Quindi, per favore, non tentate di appiccicare etichette senza esservi informati bene ed evitate di continuare questa assurda campagna.
    Grazie

    • Rebecca

      Marco merita il meglio. E come tu dici, non è scrivere il suo nome dove non dev’essere scritto.
      Va ricordato nei nostri cuori e nelle nostre azioni. Nessun premio e nessuna medaglia potrà farci risentire quella risata e rivedere quella sua faccia da stringere fra le mani.
      Ascoltarlo.. pensare in silenzio.
      È stato coraggioso, ha salvato delle vite.. Non solo quel giorno.. Ma in ogni sua azione.
      Io non sono nessuno per dire cosa sia più giusto per ricordarlo in modo degno. Credo solo che sarebbe più felice se sapesse che tutto lo sforzo di questi anni, tutti i suoi lavori, servissero a qualcosa. Continuare ad aiutare chi ha bisogno. Chi non ha la possibilità! E farlo a nome suo.

      Marco, ti amo tanto!
      Se vedessi quante persone ti vogliono bene e a quante persone manchi, non ci crederesti!

  • G

    Grazie Matteo per la precisazione. Fa venire la nausea questa proposta.

  • Una volta Cochino quasi dodici anni fa quando sono venuto qua in valsesia, al 76, mi disse nel mokm,ento più difficile della mia vita, v edrai lazzi, che hai fatto la cosa migliore per te, anche io adesso che non c’è più mi sento di dirli cochino, hai fatto la cosa migliopre per te, mi mancherai moltissimo, un abbraccio Lazzi.

  • Anto

    E’ una pessima idea la vostra proposta.