Verde MAMbo. Nel cuore della Manifattura delle Arti, Bologna recupera il Parco Cavaticcio

Per sottrarre questo piccolo, ma accogliente, polmone verde al degrado, si è tentato di ripristinare il disegno del vecchio Porto di Bologna, e di riportare alla luce i resti del quartier generale partigiano, dal quale partì la battaglia di Porta Lame il 7 novembre del 1944. Ora – dopo un intervento di restauro e di […]

Parco Cavaticcio - Bologna

Per sottrarre questo piccolo, ma accogliente, polmone verde al degrado, si è tentato di ripristinare il disegno del vecchio Porto di Bologna, e di riportare alla luce i resti del quartier generale partigiano, dal quale partì la battaglia di Porta Lame il 7 novembre del 1944.
Ora – dopo un intervento di restauro e di riqualificazione di 3 milioni e mezzo di euro – Bologna ha riguadagnato il Parco Cavaticcio, nel bel mezzo della Manifattura delle Arti, area che collega il MAMbo, la Cineteca Comunale, il Dipartimento di Discipline della Comunicazione dell’Università di Bologna e il Circolo Arcigay Il Cassero. E che fa da fulcro anche al più vivace distretto galleristico cittadino, con spazi come Car Projects, Fabio Tiboni e P420.
Ed il parco si propone da subito come un nuovo centro culturale dell’estate bolognese: numerosi sono infatti gli eventi all’insegna dell’arte, della musica e dello spettacolo che verranno ospitati in questo suggestivo angolo della città. Tra i giardini, i percorsi pedonali e il canale del Cavaticcio, anche sculture di Arnaldo Pomodoro, Mimmo Paladino e Giuseppe Maraniello.

Elisabetta Allegro

CONDIVIDI
Elisabetta Allegro
Elisabetta Allegro (Camposampiero, 1985, vive a Padova) è neolaureata in Arti Visive (Laurea Magistrale) all’Università di Bologna. Ha studiato Storia e Tutela dei Beni Culturali presso l’Università di Padova ed ha seguito il Corso di Art Management tenuto dal Centro d’Arte Contemporanea A+A (Centro Espositivo Pubblico Sloveno) di Venezia. Si interessa all’Arte Californiana degli anni Sessanta (Lowbrow Art e controcultura, Psychedelic Rock Poster Art, Underground Comix e Kustom Kulture). Ha collaborato ad alcune mostre che hanno avuto luogo nella città di Padova.