Un film su Pietro Fortuna, a pochi giorni dal suo opening al Macro. Approfondimenti d’autore, su Artribune Television

Ha appena inaugurato nella hall del Macro Le lacrime dell’angelo, seconda tappa del progetto espositivo Glory, articolato in un ciclo di grandi mostre e generato a partire da una riflessione intorno ai concetti di bene, condivisione e spazio collettivo. Pietro Fortuna, muovendosi in una dimensione antinarrativa e antirappresentativa, prova a inseguire l’essenza ultima degli oggetti, […]

Pietro Fortuna

Ha appena inaugurato nella hall del Macro Le lacrime dell’angelo, seconda tappa del progetto espositivo Glory, articolato in un ciclo di grandi mostre e generato a partire da una riflessione intorno ai concetti di bene, condivisione e spazio collettivo. Pietro Fortuna, muovendosi in una dimensione antinarrativa e antirappresentativa, prova a inseguire l’essenza ultima degli oggetti, confrontandosi con la dimensione del trascendente. Per approfondire la sua figura, il senso della sua ricerca, i luoghi del suo vissuto, Artribune Television vi propone in esclusiva un documentario dedicato all’artista, prodotto da Tailsfilm e firmato dalla regista romana Alessandra Populin. L’opera, che pubblichiamo mercoledì 29 giugno nella sua versione integrale di 35 minuti, fa parte della serie Conversazioni d’Arte, una collezione di film costruiti intorno alle figure di importanti artisti contemporanei, da Gilberto Zorio a Stefano Arienti, da Jannis Kounellis a Fabio Mauri, da Vedovamazzei a Remo Salvadori

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.