Lo Strillone: la Sindone di Giotto sul Giornale. E poi Vitali, Marclay, Giò Ponti…

Quotidiano Nazionale sceglie Giancarlo Vitali: focus sulla crocefissione che l’artista lariano ha portato al Padiglione Italia su chiamata del quasi omonimo Andrea, compaesano scrittore. Anche Avvenire sbarca in laguna: paginata di recensioni nel segno della caustica citazione di Kundera… e se il mondo non avesse più bisogno di arte? Una breve su La Stampa annuncia […]

Quotidiani
Quotidiani

Quotidiano Nazionale sceglie Giancarlo Vitali: focus sulla crocefissione che l’artista lariano ha portato al Padiglione Italia su chiamata del quasi omonimo Andrea, compaesano scrittore. Anche Avvenire sbarca in laguna: paginata di recensioni nel segno della caustica citazione di Kundera… e se il mondo non avesse più bisogno di arte?

Una breve su La Stampa annuncia che da oggi a lunedì alle Corderie dell’Arsenale sarà possibile sciropparsi l’integrale di The Clock: si entra 50 alla volta per godere delle 24 ore di video con cui Christian Marclay s’è pigliato il Leone. E un premio arriva pure per Vittorio: Libero annuncia che a Sgarbi va l’AcquiAmbiente, come riconoscimento per l’annosa battaglia contro l’eolico.

No: vabbè, passi la Gioconda e la caccia alle ossicine… ma ora pure la Sindone! È decisamente troppo! Il Giornale annuncia la tesi di Luciano Buso, pittore e restauratore convinto che il sudario di Cristo sia stato dipinto da Giotto nel 1315. Attendesi ora sul tema un blockbuster millenarista interpretato da Nicholas Cage.

Giò Ponti scrittore: Corriere della Sera estrae dagli archivi della sua fondazione una serie di inediti dell’arci-architetto. Oggi la prima anticipazione…

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.