Lo Strillone: l’avventura di Carlos Slim su QN. E poi Michelangelo, Biennale, Norma Jeane…

Ma tu guarda, esistono ancora i mecenati! Roba dell’altro mondo, anzi: roba del secondo mondo. Quotidiano Nazionale racconta l’avventura di Carlos Slim, patrimonio stimato 74 miliardi di dollari, che nella sua Città del Messico apre il museo intitolato alla moglie defunta, mettendo a disposizione di tutti una collezione che spazia da Van Gogh a Cezanne, […]

Quotidiani
Quotidiani

Ma tu guarda, esistono ancora i mecenati! Roba dell’altro mondo, anzi: roba del secondo mondo. Quotidiano Nazionale racconta l’avventura di Carlos Slim, patrimonio stimato 74 miliardi di dollari, che nella sua Città del Messico apre il museo intitolato alla moglie defunta, mettendo a disposizione di tutti una collezione che spazia da Van Gogh a Cezanne, fino a Rodin, Monet, Tintoretto e Dalì.

Titolo ruffiano per la prossima asta londinese messa in piedi da Christie’s: l’Indian Summer cui si fa riferimento non ha niente a che vedere con quella “originale”, che racconta di zucche e Padri Pellegrini… Il Sole 24 Ore lancia l’appuntamento del 9 giugno con l’arte contemporanea dal sub continente asiatico. La casa d’aste trova spazio pure su Corriere della Sera: uno dei bozzetti per la battaglia di Cascina di Michelangelo va all’asta il 5 luglio, prezzo base quasi 3 milioni e mezzo di euro.

Bel reportage de La Repubblica, che incontra il nucleo dei Carabinieri specializzato nella caccia ai ladri di opere d’arte. È già ora di bilanci per La Stampa, con la doppia pagina dedicata al meglio e al peggio della Biennale: gustoso elzeviro di Rocco Moliterni, centrato su Sgarbi “dottor Jekyll e Mister Hide di Venezia 2011”.

Rimbalza dal Corsera a Il Giornale l’anacronistica protesta ambientalista contro i piccioni di Cattelan. Il quotidiano di Sallusti inventa lo scoop sull’identità di Norma Jeane. Embè?

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.