La Jolanda refusa. E poi non dite che infieriamo sul Padiglione Italia…

In un Padiglione gonfiato come quello Tricolore, il refuso nelle didascalie è dietro l’angolo. Girovagando tra – come chiamarli? stand? impalcature? boh – i lavori, ne abbiamo pizzicato uno. Eccolo qua: Luciana Lettizzetto presenta l’artista Dario Neira. Oibò… che la “selezionatrice” in questione non corrisponda alla comica torinese? E così siamo andati direttamente sul sito […]

In un Padiglione gonfiato come quello Tricolore, il refuso nelle didascalie è dietro l’angolo. Girovagando tra – come chiamarli? stand? impalcature? boh – i lavori, ne abbiamo pizzicato uno. Eccolo qua: Luciana Lettizzetto presenta l’artista Dario Neira. Oibò… che la “selezionatrice” in questione non corrisponda alla comica torinese?
E così siamo andati direttamente sul sito dell’artista e abbiamo scoperto addirittura un’opera che ha per protagonista l’autrice di Sola come un gambo di sedano. Che, da mestiere, speriamo la prenderà con spirito…

Anita Pepe

CONDIVIDI
Anita Pepe
Insegnante e giornalista pubblicista, Anita Pepe è nata a Torre del Greco (Na). Ha pubblicato il suo primo articolo nel 1990. La laurea in Lettere presso l’Università di Napoli “Federico II” l’ha indirizzata verso una formazione prevalentemente storica; si è avvicinata al contemporaneo per motivi professionali, collaborando per oltre dieci anni con quotidiani, periodici e websites. Ha scritto testi critici per mostre e interventi in spazi privati e istituzionali. Blogger a tempo indeterminato, non riesce a sottrarsi alle tentazioni del nazionalpopolare, politica inclusa. Avrebbe tanto voluto scrivere una minibiografia più cool, e si scusa per non esserci riuscita.
  • —-

    10 0

  • arrogante

    Andate a guardare pure i peli che c’hanno nel bucio del c…..l…, BRAVI…, attenti cultori d’Arte…,pero’ fate bene, siete come l’ARETIN POETA TOSCO, che di tutti disse mal fuorchè di Cristo.. scusandosi col dir..non lo conosco…..

  • —-

    beh, è stata carina a invitare suo cugino, del resto è serio e molto bravo

  • mary

    ma di cosa ci si stupisce? di chi ha invitato chi?

  • Sveva

    La Litti torinese nn è certo un’intellettuale (come molti “selezionatori” di questo confuso padiglione)! Ma ha scelto bene: Dario Neira, lui sì, è un fine intellettuale, un artista che colpisce senza urlare, tanto serio e discreto da passare troppo spesso inosservato. Così tra i duecento e passa convocati in biennale, la sua opera raffinata e delicata quasi non si nota… Peccato!

  • giordi

    ma perchè dobbiamo stare qui a considerare se un cosiddetta pseudo intellettuale ha scelto bene o male? sì neira è un bravo artista, silenzioso, ma non è il solo. per cui smettiamo sempre di criticare o inneggiare il superfluo. sempre a cercare giustificazioni a tutto pur di parlare di qualcosa. lasciate un pò parlare l’arte. e se questo signore è il cugino della littizzetto non c’è nulla di così strano.

  • l

    E’ evidente che l’errore è stato un atto dispregiativo, privo di stile. Per i contenuti dell’opera sarebbe interessante se Neira avesse voglia di intervenire e spiegarci la sua opera.

  • hm

    la litizzetto dovrebbe andare a vendere le calze povera ranocchia logorroica .

  • l

    vorrei essere povera come lei.

  • francog

    certo che paragonare la littizzetto a u’intellettuale? a neira….sveglia!!!!! l’accoppiamento non è riuscito! e poi dai..i parenti! un pò di dignità. ma si sa..siamo in italia.

  • alby

    la littizzetto è troppo sveglia per limitarsi ad essere un’intellettuale tout court, e secondo me ha fatto bene a scegliere neira, perchè per come è stato impostato il Padiglione Italia, almeno c’era da parte sua una garanzia di partecipare con un artista “intenso” che nessuno altrimenti avrebbe scelto,visto il livello generale..

    • hm

      sarà anche sveglia ma recita da anni sempre lo stesso copione inutile e volgarotto . e viene pagata dai contribuenti della tv di stato .

      • alby

        ma almeno non avvelena le menti di milioni giovani con programmi da minorati mentali come avviene sulle reti mediaset.
        Guarda sarà maliziosa e popolare, ma almeno non è ignorante, è acuta e non mira a rendere gli ascoltatori degli zombi idioti e senza di capacità di discernere…

  • francog

    alby per favore!! ma cosa stai dicendo????

  • paoletta

    uhm…le parole di alby sembrano quelle di quelcuno che si conosce!!!! il povero artista che nessuno avrebbe invitato. che nessuno considera. pietà. alby fai attenzione che pubblichiamo il tuo nome!

    • alby

      se vuoi puoi pubblicare anche il mio codice fiscale.

  • Fabrizio Spinella

    La Littizzetto (cos’è, uno spray per cimici?) una intellettuale? Ma dàaaai… Francog ha ragione. La sola espressione cubista che capisce è il cranio di Fazio somigliante a un kepi. Abbiamo fatto della farsa televisiva e di piazza un genere culturale e politico di riferimento “alto”, poi ci si meraviglia che al Padiglione Italia si espongano tutte quelle istallazioni da Luna park spacciate per opere d’arte. Si salva soltanto il curatore Vittorio Sgarbi, che così ha svelato l’inganno chiedendo ai cosiddetti “intellettuali” di scegliere i loro beniamini: hanno segnalato i propri incubi. Una presa per il culo del dadaista comportamentale Sgarbi, che se la ride mentre immagina un massaggio ermeneutico da parte dell’ignuda assisa all’aperto su di un trono di tubi di pompa colorati. Padiglione Italia, neuropsichiatrico.

    • alby

      e tu spinella sei il primo che deve farsi ricoverare.
      Ma che sei schizofrenico?
      E poi a pensare che Sgarbi avesse in mente tutti questi concetti complessi..
      ma se è un sempliciotto che capisce solo la pittura fino all’ottocento e poi niente più..
      proprio i salti concettuali non son per lui. Luciana L. capisce molto di più di quanto vuol far intendere, per non offendere troppo, mentre sgarbi offende per non far capire i suoi limiti e le sue paure, che temo siano ancestrali e senza limiti.

  • chiara de’ Rossi

    Non mi stupisce affatto che qualcuno debba essere prediletto da qualcun’altro famoso, o già famoso o già intellettuale…..”Il mentore: ovvero chi sceglie chi” ecco il titolo corretto, il Padiglione Italia è di per sè una istallazione acuta, che ci mostra l’Italia come è, niente di più realistico, realistico che sia tutto accatastato, ognuno vive nell’affanno di affermare se stesso e forse non nell’affanno di cercare una qualche verità avvolgente, una qualche semplice verità, (si che ce ne sono tante a disposizione) in grado di accomunarci gli uni con gli altri e con il resto del mondo vivente ….a gran voce tutti cantano l’inno nazionale, ma un sano rispetto del mondo e dell’altro passa attraverso la vita, attraverso l’agire e il modo in cui si sceglie di viverla. Valore inprocrastinabile la verità e nella verità qualsiasi sia il campo di azione di ognuno.

  • matteo

    cugini????? vergognaaaaaaaa!!!!!

  • mb

    io vedrei bene un centinaio di littizzetto sparse per il padiglione italia a fare da hostess che saltellano in testa a tutti e che apprezzano con sagacia le opere di gaetano pesce

    bravissima luciana, se avessi avuto due o tre fratelli artisti avresti dovuto invitare anche loro.
    e non è una battuta

  • Fabrizio Spinella

    Alby, se non stai un po’ in manicomio non capisci i pazzi. Hai quasi ragione, perché non sono il primo a farsi ricoverare, ma per modestia l’ultimo. Sgarbi non capisce la pittura, se non fino all’Ottocento? Detto così da te sembrerebbe un limite. Macchè. Solo se capisci le “sequenze” plurisecolari dell’arte, puoi esprimerti sul seguito, cioè sull’arte contemporanea. E finiamola con questa ridicola storia che Sgarbi non capisce niente di arte, a differenza della Littizzetto. Non mi risulta che la intrattenitrice televisiva con il leit motiv della “Iolanda” e del corrispettivo genitale maschil, abbia investito i propri risparmi in opere d’arte (che sfidino il tempo), come ha fatto Sgarbi. Da ex disagiata torinese che ha fatto fortuna, ha preferito invece il mattone. Vorrei vedere se abbia arredato gl’interni con opere di Dario Neira, e se nella eventualità i suoi ospiti non le abbiano scambiato per appendiasciugamani.
    (Quanto ai pensieri complessi di Sgarbi, certo sarebbero stati apprezzati dalla Littizzetto, aderendo alla sua trovata: Sgarbi diabolicamemte non esibisce le opere degli artisti, ma i gusti dei loro amici. Alby, visita un manicomio, se ne trovi ancora uno aperto, ti farà scoprire il vero Padiglione Italia.)

  • alby

    non ho detto che alla littizzetto importi qualcosa seriamente dell’arte in genere, ho detto che è in grado di capirla, ma sinceramenete non penso che a lei importi farlo..
    è sicuramente più saggia di molti che investono in arte, o forse è meno lungimirante di sgarbi, che sa vedere lontano, ma non sa vivere il suo presente

  • Fabrizio Spinella

    Proprio perché “vede lontano”, Sgarbi “sa vivere il suo presente”. E alla grande.

    • alby

      talmente alla grande, che deve dialogare con persone senza dignità per essere considerato..
      e poi non ha un minimo di profondità nè di spessore

      • e chi sarebbero le persone senza dignitá con cui è “costretto a dialogare”? Bice Curiger? Il Ministro Galan? O forse intendi gli artisti, come Kounnelis, Accardi, Paolini … ecc. ecc. ecc. facci sapere, che siamo curiosi!

        • alby

          ma per favore.. Galan si sarebbe fatto tagliare un braccio piuttosto che frequentarlo e se è entrato nel padiglione italia è stato solo per dovere istituzionale, uguale per la Curiger, gli artisti che hai nominato non hanno nulla a che spartire con sgarbi, se non qualche frase di convenienza.. sgarbi frequenta un altro genere di persone, tutte molto danarose,
          tutte molto poco piacevoli..

          • Chi frequenta lui (e chiunque altro) ci interessa (o ci dovrebbe interessare) poco, almeno in questa sede. Le frasi generiche che tu hai usato, senza poi precisare nomi o cognomi, sono comunque il tipico strumento della calunnia io dico “alby per essere considerato deve frequentare pessimi soggetti”. .. non faccio nessun nome (perché non li so’? Perché non saprei chi dire? Perché ho paura, non ostante mi nasconda dietro uno pseudonimo, a farli?) ma che importa! La calunnia è in venticello ….

          • alby

            scusa serenovariabile, ma dove vivi?
            devo essere io a dirti ciò che sanno tutti?

          • No, caro alby, non “devi” dirmi proprio nulla, io vivo qui e altrove, ma non importa, quello che dovresti smettere di fare è usare i vetusti metodi della “calunnia” cosí bene espressi nell’aria di Don Bartolo… anche il “quello che sanno tutti” ne è un classico esempio! Se vuoi dire dí! chiaramente, senza mezzi termini, se non ne hai il coraggio o la possibilitá , meglio che tu stia zitto, fai miglior figura!

  • Pingback: Frattaglie alla veneziana… | Anita Pepe()

  • Peppino de Filippo

    La signora Littizzetto è una esperta di arte contemporanea e ottima collezionista, la si vede spesso ad artissima e/o arte fiera bologna, pertanto, forse, non sarà da considerarsi una intelettuale a tutto tondo, ma molto più esperta di arte contemporanea di quanti qui millantano di esserlo.

    • hm

      magari ci va per fare compagnia alla sua estetista .

  • matteo

    sul fatto che la littizzetto sia un’intenditrice d’arte avrei qualche dubbio, non basta frequentare le fiere. e poi vediamo bene chi ha in collezione, se collezione si può chiamare.

    • me.giacomelli

      mah, io ho visto parte della collezione alcuni anni fa. non è certo quella di prada e bertelli, ma ha una sua coerenza e soprattutto è poco influenzata da mode passeggere. insomma, una collezione assolutamente dignitosa per chi considera l’arte contemporanea uno dei propri interessi

  • Fabrizio Spinella

    Littizzetto, un buon nome per uno spray per cimici, come ho detto prima che qualcuno riesumasse qui il povero ignaro Peppino De Filippo per tentare la difesa della intenditrice d’arte allobroga che – adesso sappiamo – frequenta addirittura la fiera di Bologna (vi gira attorno). Impara l’arte e la mette da parte. Poi va da Fazio e parla della “Iolanda”.

  • Che sa da fà pe campa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!