L’Italia che emigra. Alfredo Cramerotti va a dirigere un importante centro d’arte in Galles

La prima reazione è improntata alla soddisfazione, per noi di Artribune anche un po’ all’orgoglio; ma poi la riflessione tira in ballo anche la rassegnazione, e pure un filo di amarezza. Di che parliamo? Di un nuovo importante successo di un critico italiano fuori dal suolo patrio: come Artribune è in grado di anticipare, Alfredo […]

Alfredo Cramerotti

La prima reazione è improntata alla soddisfazione, per noi di Artribune anche un po’ all’orgoglio; ma poi la riflessione tira in ballo anche la rassegnazione, e pure un filo di amarezza. Di che parliamo? Di un nuovo importante successo di un critico italiano fuori dal suolo patrio: come Artribune è in grado di anticipare, Alfredo Cramerotti – il curatore italiano ma giramondo, condirettore dell’ultima edizione di Manifesta a Murcia e attualmente curatore al centro d’arte QUAD di Derby – è il nuovo direttore della Mostyn Art Gallery, il principale centro d’arte del Galles, basato nella piccola cittadina di Llandudno ma accreditato di buonissima reputazione sia nel Regno Unito che all’estero.
E certamente con un grande potenziale, se è vero che è reduce da un progetto di espansione curato dallo studio di architettura Ellis Williams – quello del Baltic Art Center di Gateshead, fra l’altro – costato oltre 5 milioni di sterline. Dicevamo anche dell’orgoglio, dal momento che fra molto altro Cramerotti ha anche contribuito con la sua firma al debutto di Artribune, e noi speriamo che continui pure a farlo… Ma la riflessione amara, ora: un nuovo “cervello in fuga”, che ovviamente non ha trovato spazio nell’italietta dei cortili e dei campanili, pur in un momento di turnover in diverse posizioni museali…

www.mostyn.org


CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • mario

    beato lui!

  • alcuni motivi di invidia li dà anche il sapere che in una piccola cittadina esiste un centro culturale di respiro internazionale … qui da noi al massimo un centro commerciale con prodotti cinesi …

  • Ciao Alfredo
    CONGRATULAZIONI e un buon proseguo !
    il
    Gruppo Sinestetico

  • F.F.

    Bravo Alfredo !
    Chi rimane in Italia ha solo da temere per la propria reputazione : tra enti che non vogliono pagare , scambetti e troppe allenze con la politica …

  • Luca

    Complimenti Alfredo,

    posso vantare di avere un compagno di scuola famoso nel mondo.

    Luca Z.