IN Residence. Presentazione milanese per la terza tappa per i Design Dialogues

L’appuntamento è annuale, e siamo giunti al terzo capitolo del progetto. Gli ideatori sono Barbara Brondi e Marco Rainò, che insieme costituiscono lo studio di progettazione architettonica brh+. Per intenderci, quelli che si sono occupati della sezione dedicata al design dell’ultima Artissima di Torino. Il progetto si chiama IN Residence. Design Dialogues e quest’anno aveva […]

L’appuntamento è annuale, e siamo giunti al terzo capitolo del progetto. Gli ideatori sono Barbara Brondi e Marco Rainò, che insieme costituiscono lo studio di progettazione architettonica brh+. Per intenderci, quelli che si sono occupati della sezione dedicata al design dell’ultima Artissima di Torino. Il progetto si chiama IN Residence. Design Dialogues e quest’anno aveva come tema Visualising Transformation.
Progetto articolato in un workshop (tenutosi al Du Parc Residence del capoluogo piemontese) condotto da Tómas Alonso, Julien Carretero, Lanzavecchia + Wai, Minale-Maeda e Mischer’Traxler, in mostre, pubblicazioni (la documentazione in forma di libro+dvd edito da Corraini) e website. Sotto la lente d’ingrandimento, il “processo design” e le sue connotazioni metamorfiche, specchio fedele della società contemporanea e dei suoi abitanti.
Il tutto sarà presentato giovedì 23 giugno alle 19 a Milano, presso la “libreria ex-temporanea” dell’editore mantovano, la 121+ (in via Savona 17/5). A condurre le danze, oltre agli autori, Beppe Finessi. Un’occasione per conoscere il tema del prossimo workshop… e magari avere la possibilità di parteciparvi.

– Marco Enrico Giacomelli

www.inresidence.it

CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014). In qualità di traduttore, ha curato testi di Deleuze, Revel, Augé e Bourriaud. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Insegna alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.