E arriva anche la colonna sonora per il Valle occupato. Un brano composto ad hoc da Diego Buongiorno

Anche la musica d’autore supporta il Valle. Nella notte del 24 giugno ha visto al luce il primo brano dedicato all’avventura del celebre teatro capitolino, ormai occupato da dodici giorni. Una suggestione sonora nata dal talento di Diego Buongiorno, giovane e affermato compositore romano, dopo una nottata trascorsa insieme agli occupanti. In La libertà è […]

Diego Buongiorno al Teatro Valle di Roma. photo by Piero Marsili Libelli

Anche la musica d’autore supporta il Valle. Nella notte del 24 giugno ha visto al luce il primo brano dedicato all’avventura del celebre teatro capitolino, ormai occupato da dodici giorni. Una suggestione sonora nata dal talento di Diego Buongiorno, giovane e affermato compositore romano, dopo una nottata trascorsa insieme agli occupanti.
In La libertà è come l’aria le parole di Piero Calamandrei, uno dei padri della Costituzione Italiana, si intrecciano con la musica: un frammento del coinvolgente discorso del 1955 all’Università di Milano si fonde con il tessuto sonoro, generando un viaggio evocativo in cui la parola si libra, leggera ma tagliente, insieme alle note.
Probabilmente, oltre all’incisività politica e alla forza comunicativa dimostrate dagli Indignados del Valle, quel che sta facendo la differenza è anche il grande fermento creativo registrato: si rivendicano diritti, si immaginano progetti, si studiano strategie, ma al contempo si mettono su spettacoli, concerti, pièce, letture. E così capita che un musicista si metta a scrivere, sull’onda dell’entusiasmo, restituendo in forma di suoni le energie, i desideri, le idee, le voci e gli sguardi che stanno animando il teatro durante questa incredibile esperienza in sostegno della cultura. E adesso, anche il Valle ha il suo inno di protesta…

Helga Marsala

www.teatrovalleoccupato.it

La Libertà è come l’aria [feat. Piero Calamandrei, 1955] by Diego Buongiorno

[qui la versione strumentale, scaricabile gratuitamente]
La Libertà è come l’aria [instrumental] by Diego Buongiorno

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.