Daniele Silvestri d’apres Cattelan. Arte e musica s’incontrano a suon di… scotch

Ormai si potrebbe scrivere un libro sul saccheggio portato alla cittadella dell’arte da parte della pubblicità televisiva e su carta stampata. Il mondo della musica è restato indietro fino a Lady Gaga, e ora in Italia è Daniele Silvestri ad aprire le danze: la copertina del suo nuovo tour cita brutalmente l’opera con cui Maurizio […]

Daniele Silvestri d’apres Cattelan - particolare

Ormai si potrebbe scrivere un libro sul saccheggio portato alla cittadella dell’arte da parte della pubblicità televisiva e su carta stampata. Il mondo della musica è restato indietro fino a Lady Gaga, e ora in Italia è Daniele Silvestri ad aprire le danze: la copertina del suo nuovo tour cita brutalmente l’opera con cui Maurizio Cattelan ha ri-fatto il giro del mondo.
Trovata geniale, quella del padovano-newyorkese in odore di “ritiro” dalla scena dell’arte, che aveva messo al muro il suo gallerista. A differenza del più rotondo Massimo De Carlo, per il quale era occorso il nastro americano per fissarlo al muro, il più esile e sorridente Daniele Silvestri “sta su” con ciò che sembra semplice scotch di carta. Questione di peso, nell’eterna diatriba estetica tra arte visiva e musica…

Nicola Davide Angerame