Garantito Opificio. Apre in Toscana il primo impianto per la custodia, conservazione e restauro dei beni artistici di Art Defender

La società esiste ed opera già da un po’, ma ora si passa alla fase operativa vera e propria. Un progetto “dedicato al mondo istituzionale, ai musei, alle fondazioni di arte e cultura, alle banche, assicurazioni, al mondo dei collezionisti, ai quali offre impianti tecnologicamente avanzati per la custodia, la conservazione e il restauro di […]

Il progetto del nuovo centro Art Defender

La società esiste ed opera già da un po’, ma ora si passa alla fase operativa vera e propria. Un progetto “dedicato al mondo istituzionale, ai musei, alle fondazioni di arte e cultura, alle banche, assicurazioni, al mondo dei collezionisti, ai quali offre impianti tecnologicamente avanzati per la custodia, la conservazione e il restauro di beni e patrimoni di valore”.
Questo è Art Defender, che ora apre in Toscana – a Calenzano – il suo primo impianto per la custodia, conservazione e restauro dei beni artistici. Uno spazio di 3300 m2, che sarà seguito nel corso del 2011 da inaugurazioni di sedi a Bologna e Torino, mentre la stessa società sta perfezionando i progetti di Venezia, Milano e Roma. E il debutto toscano coincide con l’annuncio di una partnership con la Direzione del Polo Museale Fiorentino e la Direzione dell’Opificio delle Pietre Dure, grazie alla quale all’interno di un’area attrezzata dedicata di oltre 900 mq saranno offerti servizi di analisi, diagnosi e restauro di opere d’arte che verranno affidate alle cure di personale altamente specializzato.
Ma insomma, in cosa si traduce l’operato della società? Nell’introduzione del concetto della logistica stanziale per le opere d’arte, che riprende ed amplia l’attività svolta da Arterìa, prima azienda in Italia nella movimentazione e nell’installazione delle opere d’arte. Un sistema “sicuro e capillare a cui affidare i propri beni, con accessi riservati e protetti da sistemi di sicurezza avanzati a livelli mai raggiunti prima, con la possibilità, anche virtuale, di monitorare i propri spazi, tra l’altro, con servizi di webcam in remoto”.
Ed è la stessa compagine azionaria a confermare la versatilità dei servizi garantiti dalla società, che vanno, oltre la semplice custodia, dalla fotografia in altissima definizione alla catalogazione, la decontaminazione, fino a servizi professionali, bancari, assicurativi e fiduciari. Oltre ad Arterìa, titolare della maggioranza con il 60%, vi sono infatti Alleanza Toro con il 20%, Fondazione di Venezia al 10% , Unione Fiduciaria delle Banche Popolari al 5% e Compagnia Fiduciaria Nazionale al 5%, mentre AXA Art partecipa come partner di progetto.

Inaugurazione: martedì 28 giugno 2011 – ore 11.30
Via A. Volta, 4 – Calenzano (Fi)
www.artdefender.it

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.