C’era anche questo, e c’era anche Artribune. Per chi se l’è perso, ecco immagini e video del Padiglione internet alla Biennale

Breve, ma intenso. Così è stato il BYOB (Bring Your Own Beamer) veneziano, evento organizzato da Miltos Manetas e Rafael Rozendaal per il Padiglione Internet alla Biennale di quest’anno. Una cinquantina di artisti, italiani e internazionali, si sono dati appuntamento lo scorso 2 giugno sull’Isola di San Servolo, dotati di computer portatile e proiettore. Verso […]

BYOB Venezia 2011 - Miltos Manetas, Angelo Plessas, Andreas Angelidakis, Rafael Rozendaal, Nikola Tosic

Breve, ma intenso. Così è stato il BYOB (Bring Your Own Beamer) veneziano, evento organizzato da Miltos Manetas e Rafael Rozendaal per il Padiglione Internet alla Biennale di quest’anno. Una cinquantina di artisti, italiani e internazionali, si sono dati appuntamento lo scorso 2 giugno sull’Isola di San Servolo, dotati di computer portatile e proiettore. Verso il tramonto, l’happening ha avuto inizio, animando di luce i muri, il prato e persino gli alberi, in un caleidoscopio di immagini in continua mutazione.

Dopo un paio d’ore purtroppo, un inaspettato acquazzone ha arrestato bruscamente la performance, proprio mentre il pubblico iniziava ad affluire più numeroso. Per chi è arrivato tardi e per tutti quelli che non ce l’hanno fatta a traghettarsi fino a San Servolo, pubblichiamo una galleria di immagini e un video.

www.byobworldwide.com
Il Padiglione internet entra nell’era 2.0: arrivano i proiettori


CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Dal 2011 collabora con Artribune.