Artribune restyling. E fu la volta della nuova newsletter: una lieta sorpresa – speriamo – tra le vostre email…

Da quasi tre mesi ormai vi eravate abituati a trovarla, tutte le mattine, nelle vostre caselle di posta elettronica. Spartana e pure un po’ bruttina – l’abbiamo ammesso noi stessi – ma utilissima. Ora, finalmente, l’ormai indispensabile Lettera Artribune s’è rifatta il vestito. Ve ne sarete certo accorti, stamane, aprendo la vostra quotidiana mail di […]

Da quasi tre mesi ormai vi eravate abituati a trovarla, tutte le mattine, nelle vostre caselle di posta elettronica. Spartana e pure un po’ bruttina – l’abbiamo ammesso noi stessi – ma utilissima. Ora, finalmente, l’ormai indispensabile Lettera Artribune s’è rifatta il vestito. Ve ne sarete certo accorti, stamane, aprendo la vostra quotidiana mail di aggiornamento sulle notizie pubblicate da Artribune: la nostra newsletter (che ormai ha superato di brutto i 70mila iscritti) ha cambiato pelle e, lasciatecelo dire con un po’ d’orgoglio, è bellissima. Semplice, chiara, zeppa di contenuti, con una grafica studiata a  puntino, tra foto, info, calendari, video e i link a tutte le news e gli articoli. Noi siamo assai soddisfatti, ma a questo punto, come siamo soliti fare, chiediamo a voi: che ne dite? Com’è prendere il caffè al risveglio in compagnia del vostro art-newspaper preferito?
Dateci i vostri pareri, sempre graditissimi. E nel frattempo, preparatevi ad altre novità: la fiammante newsletter è solo un’anticipazione di un secondo sostanziale restyling che è in cantiere e che riguarderà l’intero sito.
Come ben sapete, artribune.com, nella sua versione definitiva, ha visto la luce un mese fa, dopo i due mesi di sito-staffetta messo in piedi alla velocità della luce. Pratico, articolato, accogliente e niente male in quanto a veste grafica. Ma non era abbastanza, non tutto è ancora come dovrebbe essere. Stiamo dunque lavorando a ritmo continuo, con i nostri tecnici, per ottenere diversi miglioramenti, sia grafici che funzionali. Sperando di giungere a un risultato che convinca quanti più lettori possibile. Epperò, l’idea che Artribune sia un cantiere sempre aperto mettetevela in testa. Migliorare, evolvere, sperimentare, resta per noi un’incorreggibile attitudine…

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • JK

    Lavoro ben fatto! Complimenti! :-)

  • avidadollars

    Ottimizzatela anche per la visualizzazione su blackberry please, che adesso è una fatica!

  • mah

    la grafica non è granchè (de gustibus) soprattutto la parte del “calendario eventi” con il maiuscolo diventa poco leggibile…

  • per me è chiara e funzionale. naturalmente non potrete mai soddisfare tutti perché ognuno vorrebbe la “sua”, personalizzata esattamente come la vuole lui. però… un’idea… magari in futuro ci arriveremo.

  • emanuele

    Molto meglio. Complimenti!
    Semplice e chiara, ma soprattutto utile per chi vuole essere continuamente aggiornato sul background artistico/culturale dalle piccole alle grandi città.

  • M

    Un buon lavoro, a me piace anche la grafica che in molti hanno sempre criticato.
    Un solo appunto, io preferirei poter cliccare su tutto il box della notizia o sul titolo per aprire l’articolo invece che su Leggi in coda ad ognuno.

  • Certo che, tra tutti colori che potevate usare, avete scelto fin dall’inizio IL BIANCO, IL ROSSO E IL NERO. Sbaglio o siete passati fin troppe volte dal mio blog, tanto di esserne rimasti inevitabilmente influenzati? Senza contare poi l’uso dell’asterisco. Mi lusinga che un’armata brancaleone come la vostra sia così facilmente influenzabile. Sono lusingata!

    Con disappunto invece, constato che non mi avete mai dedicato uno straccio nè di presentazione nè di intervista sul vostro tanto cliccato art tribune… mi lascia abbastanza perplessa questa cosa.
    Sbaglio o mi volevate tra i ‘vostri’? Non mi avete ne mai scritto nè invitato con una semplice email.

    Buone cose

    Elena Bordignon

    • hm

      scusa cara censuratrice borderlinegnon ma sei un po’ daltonica, questo sito al limite è grigio nero e arancione, inoltre non c’è nessun asterisco ma un rombo (o il simbolo dei quadri delle carte) . che senso ha poi richiedere un’intervista da un’armata brancaleone? secondo me le continue censure operate sul tuo blog ti hanno dato un po’ alla testa . o forse è il caldo che favorisce l’emergere della borderliness .

  • Sara

    sono appena stata sul tuo blog e non noto alcuna somiglianza… il rosso dove sta? e gli asterischi? tra l’altro mi pare piuttosto improbabile che abbiano preso spunto da un template di Blogger…

  • Quello della Signora (si usa dir cosí!) Bordignon è uno dei piú sciocchi, presuntuosi, miopi ed inutili post che mi sia capitato di leggere. Per fortuna non sono un “frequentatore” del suo blog e, se me ne fosse venuta curiositá, dopo questo suo “bel saggio” mi è certamente passata per sempre!!

  • Su su, ora basta accanirvi. E’ del tutto evidente -vista la mole di cretinate scritte (asterischi? colore rosso?? interviste???)- che non si tratta della vera Elena Bordignon ma di qualche buontempone che si spaccia per lei.

    • ip

      Grande max … .0)

  • Io vi richiamo ai contenuti e non ai bisticci sul chi sia più bravo, vi pongo queste domande:

    http://whitehouse.splinder.com/post/24320531/es-un-padiglione-nuevo

    Bisogna fare sistema e non litigare! grazie

  • M

    Avete messo il titolo delle notizie “cliccabile” come link alla pagina come avevo consigliato.
    Magari mi sto dando troppa importanza, comunque grazie!

    Ho mandato due commenti da quando esistete e tutti e due sono stati presi in considerazione.