Arte contemporanea e tradizione tessile. Tutti gli arazzi della Fondazione Cini, su Artribune Television

Arazzi contemporanei a Venezia. Prendendo spunto dalla passione per i tappeti antichi del grande iprenditore e collezionista Vittorio Cini, la fondazione Giorgio Cini, con sede sull’isola di San Giorgio, organizza Penelope’s Labour, una suggestiva esposizione pensata per coniugare passato e presente, tradizione e sperimentazione. Così, accanto ad alcuni tra i più sorprendenti arazzi antichi appartenenti […]

Arazzi contemporanei a Venezia. Prendendo spunto dalla passione per i tappeti antichi del grande iprenditore e collezionista Vittorio Cini, la fondazione Giorgio Cini, con sede sull’isola di San Giorgio, organizza Penelope’s Labour, una suggestiva esposizione pensata per coniugare passato e presente, tradizione e sperimentazione. Così, accanto ad alcuni tra i più sorprendenti arazzi antichi appartenenti alla Fondazione e ad altri collezionisti privati, sono esposti quelli di Grayson Perry, variopinte allegorie della società contemporanea, di Mark Quinn, con i suoi fiori alieni sbocciati in seno a una natura manipolata, o di Azra Aksamija, con immagini dedicate alla pulizia etnica della Bosnia Erzegovina. E poi ancora Lara Baladi, Alighiero Boetti, Manuel Franquelo, Carlos Garaicoa, Craigie Horsfield. Per finire con Simon Peers & Nicholas Godley, autori di uno scialle preziosissimo: era da oltre un secolo che in Europa non veniva esposta un’opera di questo tipo, realizzata intrecciando la tela di oltre 50 mila ragni del Madagascar.
A raccontarvi tutto questo, oggi pomeriggio, sono i curatori del progetto, Adam Lowe e Jerry Brotton, nel videoreport realizzato da Sara Tirelli per Artribune Television

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.