Alla scoperta dell’editoria più ricercata. In un temporary store romano

Nasce ovviamente nel campo della moda, ma anche nell’editoria ha preso piede. È la tecnica del temporary store, che fa capo al più generale ambito del guerrilla marketing. Stavolta la sede è Motelsalieri a Roma – via Giovanni Lanza 162 – e la durata è quella classica, appena una settimana, con opening domani 17 giugno […]

Motelsalieri, a Roma

Nasce ovviamente nel campo della moda, ma anche nell’editoria ha preso piede. È la tecnica del temporary store, che fa capo al più generale ambito del guerrilla marketing. Stavolta la sede è Motelsalieri a Roma – via Giovanni Lanza 162 – e la durata è quella classica, appena una settimana, con opening domani 17 giugno alle 18.
Nel concept store capitolino, grazie all’organizzazione di Nero Magazine, si potrà acquistare una selezione di 100 titoli scelti da OMMU, agency ateniese fondata da Marina Legaki e Tasos Gaintatzis che si occupa della distribuzione di pubblicazioni d’arte a tutto campo (dai cataloghi alle riviste), ma che ha il suo core business nella “nicchia” dei prodotti più underground. E all’apertura non poteva mancare l’evento nell’evento, con la fanzine Rainforest che presenta il live noise della coppia danese Family Underground.

– Marco Enrico Giacomelli

www.ommu.info / www.myspace.com/familyunderground

CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Deleuze, Revel, Augé e Bourriaud. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.