Siore e siori, la lista degli artisti di Sgarbi. Se siete in grado di capirci qualcosa, fate un fischio anche a noi eh… Aggiornamento tre di tre

Le liste, per meglio dire. Un vero viaggio in un certo mondo dell’arte. Quale, lo lasciamo decidere a voi, dopo averle compulsate. Si parte dagli “eletti” dell’Arsenale, da leggere in “tandem” con il rispettivo intellettuale segnalatore, per poi approdare al mare magnum dei nomi destinati alle mostre regianali. Ed è qui che però ci vogliono […]

Vittorio Sgarbi

Le liste, per meglio dire. Un vero viaggio in un certo mondo dell’arte. Quale, lo lasciamo decidere a voi, dopo averle compulsate. Si parte dagli “eletti” dell’Arsenale, da leggere in “tandem” con il rispettivo intellettuale segnalatore, per poi approdare al mare magnum dei nomi destinati alle mostre regianali. Ed è qui che però ci vogliono le istruzioni per l’uso, che manco all’Ikea: gli elenchi diffusi, e che anche noi alleghiamo qui sotto, non sono infatti relativi agli artisti che saranno presenti nelle mostre, bensì a quelli invitati. Molti dei quali – com’è noto – hanno rifiutato già da tempo. Insomma, il primo che sarà in grado di dipanare la questione, sarà il benvenuto…

Fondo Sgarbi
Liste Arsenale, regioni eccetera

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • a. p.

    propongo il mago di arcella

    • Paolo Bottarelli

      Sgarbi !…aahah sono grotteschi, del tutto pietosi, ma soprattutto dei mediocri totali/ hanno chiesto pure a me di partecipare, …ho risposto che ho altro da fare, ..sgonfiare le ruote ai treni , bere l’acqua del calorifero e mangiare l’erba del vicinato.

  • Redazione

    Oooops, adesso funziona

  • Massimo Giacon

    Ci sono anch’io! Pensavo si fossero dimenticati di me… Probabilmente speravo si fossero dimenticati di me, ma adesso che faccio? Non è una boutade, è veramente un dilemma alcuni artisti mi fanno caccare, altri sono degli amici, altri non li conosco. Mi sembra un casino.

  • F.

    Che imbarazzo! Sono liste da conservare a futura memoria. Io mi domando come fanno a non vergognarsi di partecipare ad un simile circo i pochissimi artisti validi che fanno parte delle liste e come possano farsi complici di una simile pagliacciata curatoriale alcuni intellettuali con una storia seria dietro le spalle.

  • …qualcheduno ha contato quati sono in tutto?

  • cris

    Qualcuno potrebbe spiegare a Sgarbi che non si tratta di un censimento ma di una biennale d’arte?
    E’ uno scherzo vero?
    Ora siate seri per favore, ci sono più di mille nomi in queste liste!!

  • io credo che Vittorione abbia preso Art Diary o un’altro degli annuari e lo abbia fatto copiare pari pari…. di tutto questo mucchioo selvaggio … alla fine qualcheduno rispondera’ e dira’ di si (tra l’altro ci sono anche artisti gia’ passati a miglior vita … e quelli come fanno ad esimersi??) … e poi stiamo a vedere,: fino a ieri, quando non si conoscevano i nomi (o se ne conoscevano solo alcuni) tutti dichiaravano sdegnosamente “anche se mi chiama non ci vado!!!’ … mi sa che ora la canzone cambiera’ e suonera’ piu’ o meno cosi’: “E come faccio a dir di no, poi, guarda, se ci va’ Tizio,che faccio io non ci vado??” … vediamo un po’ se c’azzecco o no ??;-) ;-) ;-)

  • cris

    Nel dubbio sgarbi chiede a tutti, a questo punto domani quelli che non sono stati nominati finiscono tutti dall’analista …
    o si suicidano direttamente!!

  • Nella conferenza stampa (tramessa online sul sito del ministero degli esteri), Vittorio Sgarbi ha esordito addentrandosi e dilungandosi sui problemi sessuali di suo padre!

  • aldo canu

    alcuni degli artisti presenti nella lista diramata hanno in verità rifiutato

    • Redazione

      “Molti dei quali – com’è noto – hanno rifiutato già da tempo.” Ma non leggete l’articolo o avete tempo da perdere??? :-)

  • rolando zucchini

    Nella lista Umbria compaiono i nomi di due noti critici/curatori. Che abbiano cominciato a dipingere per l’occasione?

  • claudioadami

    Per favore, se proprio volete esserci fate come Gastone Novelli: voltate le vostre opere!
    claudioadami

  • massimo

    tutti tranquilli. anche sgarbi troverà il suo gruppo dei responsabili

  • massimo j. monaco

    la biennale è di sgarbi, venezia è di sgarbi , la cultura è di sgarbi, l’arte è di sgarbi, la parola è di sgarbi, gli artisti sono di sgarbi … Ora la terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l’abisso e lo spirito di sgarbi aleggiava sulle acque. sgarbi disse: “Sia la biennale!”. E la biennale fu. sgarbi vide che la biennale era cosa buona e separò la biennale dalla tenebre.

  • metter Sgarbic in un canotto
    ed affidarlo alle correnti del canal di Sicilia
    onde si perda o, per lo meno,
    trovi altrove una sua Calypso,
    che d’una Circe bisogno non ha,
    essendo brutto animalazzo già da tempo

  • Massimo Giacon

    forse gli artisti che partecipano potrebbero inserire nelle opere dei commenti su che pensano di questa Biennale circense e di questo uso personalistico di uno spazio pubblico, per lo meno quelli che non si riconoscono in Sgarbi e nella sua politica culturale, sfruttare lo spazio pubblico concesso per rivoltarglielo contro. Farlo diventare uno spazio di protesta, per sottolineare lo stato di ostaggio dell’artista, che lavora spesso in un ambiente così miserabile da considerare interessante anche uno spazio miserabile come questo .

  • Lungi da me qualsiasi faziosità, ma finalmente un critico porta in Biennale anche nomi meno noti, e dà possibilità a tanti.
    Tutti gridano allo scandalo, ma fino a ieri si levavano sempre proteste per un sistema dell’arte che favorisce solo i soliti nomi famosi. Suvvia, un po’ di coerenza…

    Prima di osteggiare e giudicare, guardiamo il risultato. Poi sicuramente si tratta di una lista che non sarà definitiva, viste le dichiarate defezioni.

  • mygod

    partecipare ad una biennale così, è come non farla.

  • bertie70

    RIDICOLO! Ci sono anche un costruttore di bare che a tempo perso assembra rottami ed un noto pedofilo condannato, e che dovrebbe essere in gattabuia, sotto pseudonimo. VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAA

  • pero’ gli eventi speciali del Padiglione Italia, soprattutto le mostre di Hockney sulla fotografia (proprio di Hockney che e’ cosi’ esplicitamente e chiaramente da sempre contro la fotografia tradizionale che sara’ invece per la prima volta in biennale), e quelle di Cucchi, e soprattutto il parallelo tra Freud e Pirandello sarebbero state belle! (ma apparentemente adesso non si faranno piu’)
    E comunque il grande attacco anche arrogante di Sgarbi non e’ poi solo contro gli artisti ma contro i critici e il mondo che circola attorno l’arte in generale. Ma soprattutto contro i critici a pensarci bene. Furbo oltre che arrogante Sgarbi eh!

  • boh

    Vittorio non ti vedo bene
    attento che ti piglia un infarto

  • mario

    è inutile, anche se in piccola parte siamo sempre pronti ad accogliere criteri scriteriati di selezione, come incompetenti sono i selezionatori per la maggior parte: vladimir luxuria è un ottimo politico, come Zichichi è un insigne scienziato, ma con l’arte contemporanea che c’azzeccano? perché l’arte contemporanea deve essere considerata diversa da altri settori dell’arte? avete mai sentito eseguire all’Auditorium le opere del figlio della portiera del palazzo, che è tanto un bravo ragazzo però, poverino, non trova nessuno che lo fa suonare. Ma ci sarà un motivo,no?!! Ma dove sta scritto che la biennale deve essere “un’opportunità per molti artisti sconosciuti”, ma cos’è sta fesseria. Dovrebbe invece, così com’è per la biennale del Whitney, per Kassel, ecc. una selezione di eccellenze, per mostrare il meglio dell’arte in quel momento. e poi c’è una selezione fatta dalla Fondazione Roma…..con i soldi si compra tutto, e la colpa è di chi svende…..dio, come sono incazzato…..ancora una volta saremo i campioni del ridicolo agli occhi del mondo…….

  • anna

    credo che dovremmo avere il coraggio di non partecipare a questa farsa, nè come artisti nè come pubblico. i luoghi di arte e cultura sono altri, le persone sono altre.. Biennali varie e svariati Sgarbi sono il regno e gli artefici dello stato di deperivazione e di ignoranza del nostro paese. Basta! Basta! Non ci andiamo, non ci andrò

  • Io non sono concorde con quest’opposizione massiccia contro una selezione di artisti che comprenda anche nomi non eccellenti.

    Le eccellenze artistiche non sono nei blasoni, nei curricula e negli albi, ma sono dov’è l’Arte; e l’Arte può essere anche nelle opere di uno sconosciuto alla prima esposizione.

    • mi piace il modo garbato e pulito degli interventi di JIZAINO, senza toni rancorosi e/o minacciosi.
      Ma siamo veramente sicuri che la buona arte la facciano solo i cosidetti grandi ? Sfogliando le liste ho visto tanti nomi di artisti emergenti che conosco personalmente e di cui conosco, soprattutto, il loro lavoro e posso affermare che nulla hanno da invidiare ai nomi più illustri dal punto di vista tecnico, concettuale e creativo. Poi è vero gli scarsi ci sono ma così come ci sono nelle grandi manifestazioni artistiche. Io giro spesso per mostre e rassegne internazionali come Art Basel e Documenta per citarne alcune, ma tutte queste grandi opere di immenso valore artistico non ne ho poi viste molte. Esco d Arte Fiera di Bologna e mi domando cosa ho visto, nella stragrande maggiornaza dei casi ciò che avevo visto nelle edizioni predenti o innovazioni che non sono altro che la scopiazzatura, alle volte “paro paro” di opere realizzate in anni precedenti da latri artisti… Quanti Coda Zabetta ho visto in giro…
      Basta astio e risentimenti andiamola a vedere questa Biennale e poi cerchiamo di giudicarla obiettivamente… Ma saremo realmente in grado di farlo? Come possiamo considerarci artisti o curaturi o galleristi… professionisti del settore se non guardiamo alle cose con la massima obiettività, sempre pronti a sparare sul pianista di turno che si chiami Sgarbi, Beatrice o Bonami… Per ora di Sgarbi ammiro il coraggio delle sue azioni… Mi pice il suo carattere? No… Lo ritengo un esperto di arte contemporanea? No …. Ma gli si dia il merito di aver realizzato qualcosa che altri non avevano minimamente pensato o se lo avevano pensato non hanno mai avuto il coraggio di farlo. Saprà gestire il tutto in modo altamente professionale? Vediamo diamogli il beneficio del dubbio…
      Intanto il polverone sollevato ha dato un grande risalto alla manifestazione e ad essa, probabilmente, si sono avvicinati anche persone che mai avrebbero preso in considerazione il mondo dell’arte, io questo lo ritengo un beneficio.
      Invece di denigrare e accoltellare alle spalle (facile criticare stando comodamente seduti davanti ad un computer) cerchiamo, invece, di essere vicini ai ragazzi che esporranno e che vivranno momenti di grande gioia e felice apprensione e che cercheranno di fare del loro meglio per esporre opere di qualità.
      Boicottare la biennale? Anidiamoli invece a vedere e sostenere i nostri artisti che ci piacciano o meno, perchè stanno realizzando il loro sogno e per alcuni di loro, forse purtroppo, il risveglio sarà amaro, noi saremo lì a sostenerli ed incoraggiarli soprattutto nei momenti di difficoltà.

      • Massimo Giacon

        Quanto buonismo… come artista convocato nella serie regionale ne sono commosso, anche se non so ancora cosa decidere. Dovete sapere che molti artisti in lista non sapevano nemmeno di essere stati selezionati, per cui è un momento assai imbarazzante, altri come me si consideravano ormai scartati da questo circo… e tutto sommato avevano anche tirato un sospiro di sollievo. Adesso però nessuno ha ricevuto ancora conferme o delle minime direttive pratiche e tecniche, quindi sono nella difficoltà di scegliere. Al di là dei giudizi politici, a me sembra che qui si ricrei, amplificata, la polemica sulla mostra con i graffitisti voluta da Sgarbi quando era assessore a Milano: sei un artista che fa graffitti di notte, rincorso da vigili e polizia, allora dovresti dire no, ma per un’artista comunicare è essenziale, per cui perchè non esserci? Le due posizioni sono entrambe comprensibili, la cosa odiosa è che nel resto della Biennale l’artista deve solo render conto del suo lavoro, mentre per il Padiglione Italia l’artista viene giudicato a priori prima ancora di vedere cosa porterà negli spazi preposti. Chi dice che gli artisti alla fine non porteranno un sacco di opere contro questa biennale e il suo curatore? Sarebbe davvero bello, come i Sex Pistols rivolgevano contro il sistema discografico le sue stesse armi. Sgarbi vuole essere protagonista assoluto della biennale? Ben venga, allora facciamogli tutti quanti il ritratto mentre fa la cacca, o ci scivola sopra, prendiamo la cosa meno sul serio, cazzo, è un omettino come tanti altri.

      • È ormai da due edizioni che non sono più andato alla Biennale, perché le ultime che vidi mi avevano deluso, e non sono il solo ad averlo pensato. Quindi, visto questo cambiamento ritenuto scandaloso da molti, quest’anno tornerò a vederla con un motivo.

        Non era per molti forse l’Arte qualcosa che deve innovare (e quindi scandalizzare)?

  • 54 BIENNALE DI VENEZIA:
    PADIGLIONE INTALIANO CHE VISITI ARTISTI CHE TROVI!!!
    http://lampisterie.ilcannocchiale.it/post/2638505.html

    A Venezia la Biennale di serie A “sgarbiana” nel Padiglione Italiano plurinsediato in laguna. Nelle varie città capoluoghi regionali la Biennale “clientelata” di serie B dei Padiglioni Italiani Regionali. In 89 locations estere la Biennale di serie C “funzionariata” dei Padiglioncini Italiani insediati negli Istituti di Cultura italiani insediati oltre confine.
    Premierò con 10 opere grafiche di Giorgio De Chirico della mia collezione personale ( ovviamente autentiche e catalogate), chi visiterà tutta la Biennale padiglionata da Vittorio Sgarbi in Italia e all’estero, documentandosi fotografato in ognuno dei Padiglioni. Con una litografia soltanto (di Giorgio De Chirico.. ovviamente) premierò chi si documenterà visitatore di tutti i Padiglioni Regionali. Le opere grafiche di De Chirico disponibili come “Premio” sono visibili nella mia residenza veneziana (Sestiere San Marco).

  • … mi sa che Enzo voglia giocare sul sicuro ed ai suoi De Chirico tenga proprio molto!
    A proposito di padiglioni ho sentito che ci sará un Padigline Tibet (evento collaterale ufficiale) Artribune ne sa nulla ? E la tribú dei commentatori? L’ho giá scritto ma mi interessa davvero!

  • … e ancora sulla sgarbiade, mio nonno diceva sempre : “Dai bastante corda ad un presuntuoso o ad un incapace e, presto o tardi, ci s’impiccherá da solo” … vale anche per Sgarbi e i suoi mille … se non ci s’impiccheranno vorrà dire che non sono né presuntuosi , né incapaci. :-)

  • Si ok tutti i commenti….in positivo e negativo! Ma le selezioni, come sono avvenute? Quale iter viene adottato?