Sempre più artsy il distretto pugliese delle masserie di lusso. Roberto Paci Dalò ripensa Torre Coccaro

Qualcuno lo chiama “Rinascimento pugliese”, qualcuno – forse stanco di etichette, e magari un po’ scaramantico – tiene i toni un po’ più bassi, limitandosi a registrare l’innegabile infittirsi di eventi e iniziative sul fronte del contemporaneo. Fatto sta che fra nuovi centri d’arte con importanti connessioni extraregionali – leggi BAC -, giovani ma già […]

Masseria Torre Maizza

Qualcuno lo chiama “Rinascimento pugliese”, qualcuno – forse stanco di etichette, e magari un po’ scaramantico – tiene i toni un po’ più bassi, limitandosi a registrare l’innegabile infittirsi di eventi e iniziative sul fronte del contemporaneo. Fatto sta che fra nuovi centri d’arte con importanti connessioni extraregionali – leggi BAC -, giovani ma già attivissimi hub formativi e di produzione come Vessel, un Premio LUM prodigo di occasioni di incontro e promozione, festival e nuovi spazi che nascono a ritmo incalzante, la Puglia vive di certo un momento di grazia sul fronte creativo.
In questo quadro si inserisce l’aria nuova che tira anche dalle parti di Savelletri di Fasano, dove torreggiano – anche letteralmente – le due masserie che Vittorio Muolo ha trasformato in lussuosissimi residence con una costante propensione all’arte contemporanea. Un rinnovamento che è iniziato il mese scorso da Masseria Torre Maizza, che ha inaugurato Residenza D’Artista Level One, progetto culturale su base triennale promosso dalla galleria milanese Cardi Black Box che prevede due appuntamenti annui, curati da Ilaria Bonacossa. Protagonista della prima residenza è Loredana Di Lillo, che per l’occasione ha presentato l’opera site-specific SÜD.
Ora giunge il nuovo step anche per Coccaro Art Project, che vede l’intera facciata di Masseria Torre Coccaro coinvolta due installazioni permanenti di Roberto Paci Dalò, Il colore del melograno e La conferenza degli uccelli. E per l’opening previsto anche un evento speciale: Ordan Karmir, “una performance audio-video architetturale che diventerà schermo tridimensionale di un universo animale proiettato in dimensioni reali”.

www.masseriatorremaizza.com
www.masseriatorrecoccaro.com

  • Barbara M.

    I Muolo hanno una marcia in più!
    Spingetevi anche fino a Nardò, alla Art Masseria Bernardini. La proprietà è la stessa delle Cartiere Vannucci di Milano: http://lnx.cartiere-vannucci.com/. Se volete, mi offro per andare a dare un’occhiata per vostro conto…!