Otto volte Live Performers Meeting. A Roma torna il meeting per vjing addicted con tante novità…

Non si può certo dire che l’appuntamento capitolino dedicato alla sperimentazione audiovisiva dal vivo non sia longevo. Da otto anni Live Performers Meeting rappresenta una delle migliori occasioni di aggiornamento sulla cultura visiva contemporanea con un ampio spettro geografico. Gli organizzatori ci tengono a sottolineare che la manifestazione non è un festival, bensì un meeting, […]

Non si può certo dire che l’appuntamento capitolino dedicato alla sperimentazione audiovisiva dal vivo non sia longevo. Da otto anni Live Performers Meeting rappresenta una delle migliori occasioni di aggiornamento sulla cultura visiva contemporanea con un ampio spettro geografico. Gli organizzatori ci tengono a sottolineare che la manifestazione non è un festival, bensì un meeting, “un vero e proprio luogo di dialogo, confronto e scambio”.

Sette sezioni tematiche, ciascuna gestita da un coordinatore, per scandagliare ogni possibilità della pratica live nella cultura del video. Con Re-encode, Videntity, Cinematic Derives, Sensible Data, 3D-stereoscopic, Urban Art Media Drifts e Video Mapping il Nuovo Cinema Aquila, sede dell’edizione 2011, si candida a diventare per quattro giorni una vetrina internazionale della vj culture e non solo…

Dal 19 al 22 maggio 2011
Nuovo Cinema Aquila
Via l’Aquila 68 – Roma
www.liveperformersmeeting.com

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.