Lo Strillone: fuga dalla Biennale su QN e Unità. E poi Archivio Vasari, Lodola, Boetti…

La stima è di 2 milioni e mezzo, la richiesta di 150: a quanto si fermerà l’offerta? Clima da calciomercato sul Corriere della Sera che annuncia l’intenzione di Giancarlo Galan di acquisire l’archivio Vasari. Lucido trafiletto firmato Sebastiano Vassalli, che della Biennale 2011 riconosce la carica rivoluzionaria. Italia come Disneyland? Sarebbe meglio guardare al Metropolitan […]

Quotidiani
Quotidiani

La stima è di 2 milioni e mezzo, la richiesta di 150: a quanto si fermerà l’offerta? Clima da calciomercato sul Corriere della Sera che annuncia l’intenzione di Giancarlo Galan di acquisire l’archivio Vasari. Lucido trafiletto firmato Sebastiano Vassalli, che della Biennale 2011 riconosce la carica rivoluzionaria. Italia come Disneyland? Sarebbe meglio guardare al Metropolitan secondo Gian Antonio Stella, tra i relatori della chiacchierata sullo stato dell’arte e della cultura che si è svolta ieri al Circolo dei Lettori di Torino.

Il Pecci suona il rock: Il Fatto Quotidiano racconta Live!, fino al 7 agosto incontro tra arte e musica pop. Fra’ Galgario a tutta pagina su La Padania, per la grande retrospettiva allo Spazio Viterbi del Palazzo della Provincia di Bergamo. Le sculture minimal di Bernar Venet in una breve su Il Sole 24 Ore: da ieri i suoi imponenti archi di bronzo inquadrano il Palazzo di Versailles secondo nuove prospettive.

Deh, ma è Dan Brown?!? No, Avvenire!!! Tesi eretica per un cenacolo vinciano accostato – a livello iconografico – all’Apocalisse. Europa entra in clima Biennale creando attesa per le installazioni luminose con cui Marco Lodola agghinderà la Ca’ d’Oro. Gita all’Hangar Bicocca per Il manifesto: espone Surasi Kusolwong.

2011: Fuga dalla Biennale: titolo sagace per l’elzeviro di Claudio Spadoni su Quotidiano Nazionale. Chissà di che si parla! Su L’Unità ampio primo piano per fare la conta di quanti hanno rifiutato la passerella lagunare. Ci si riempiono due pagine. Sabato a Torino si festeggia l’Alighiero e Boetti Day, giornata di studi-incontri-dibattiti presentata oggi, su La Stampa, da Francesco Bonami.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.
  • Ale

    ci sono tanti artisti che hanno rifiutato e quante cose avrebbero da dire e far sapere, ma sanno anche che è meglio non stare nemmeno al vostro gioco, come testata avete perso in stima e classe. anche voi fate i furbi eh.