Libro per ragazzi o pezzo d’arte? a Roma i Consigli alle bambine firmati Mark Twain e Vladimir Radunsky

Consigli alle bambine di Mark Twain e Vladimir Radunsky. Un albo illustrato presentato ai bambini, alle loro famiglie e a tutti gli appassionati del settore con un linguaggio originale e divertente, in linea con il segno dell’artista russo e i suggerimenti ironici dello scrittore americano. Dove? Nell’ambito di Esposizioni di idee, ciclo di incontri di […]

Consigli alle bambine di Mark Twain e Vladimir Radunsky. Un albo illustrato presentato ai bambini, alle loro famiglie e a tutti gli appassionati del settore con un linguaggio originale e divertente, in linea con il segno dell’artista russo e i suggerimenti ironici dello scrittore americano. Dove? Nell’ambito di Esposizioni di idee, ciclo di incontri di promozione alla lettura a cura del Palazzo delle Esposizioni e della libreria Arion Esposizioni. Venerdì 27 maggio Radunsky – accompagnato da Deborah Soria della libreria itinerante Ottimomassimo – racconterà, attraverso le immagini, le regole dell’educazione imposte alle “brave bambine” dell’Ottocento e i trucchi per aggirarle. È questo l’ultimo di una serie di consigli che Twain offriva con il breve vademecum scritto nel 1906, e ora pubblicato per la prima volta in Italia. Nel suo stile irriverente e sornione, da vecchio navigato, sotto l’apparente intento di insegnare le buone maniere, di fatto istigava le bambine alla più strenua resistenza e all’impietosa ritorsione di fronte alla prepotenza di genitori, fratelli, amichette, maestri e nonni. Cos’altro aggiungere se non un commento per immagini di pari impertinenza? È nato così il progetto grafico appositamente concepito per Donzelli da un grande artista contemporaneo come Vladimir Radunsky. Il risultato è un album in bilico tra il libro per ragazzi e il pezzo d’arte. Venerdì 27 maggio 2011 – ore 18.00 Via Milano 13 – Roma www.palazzoesposizioni.it

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.