Inside Biennale: quanche problemino con le targhette. E i primi visitatori premiano Marclay

Etichette, che disastro! Mancano meno di 24 ore alla conferenza stampa della Biennale che è ancora le etichette lasciano a desiderare. Un esempio? Per il video di Elad Lassry c’è un foglio bianco, niente titolo ne dettagli relativi all’opera. Meglio comunque di quella di Urs Fischer che contiene anche il numero dell’edizione della sua imponente […]

Etichette, che disastro! Mancano meno di 24 ore alla conferenza stampa della Biennale che è ancora le etichette lasciano a desiderare. Un esempio? Per il video di Elad Lassry c’è un foglio bianco, niente titolo ne dettagli relativi all’opera.
Meglio comunque di quella di Urs Fischer che contiene anche il numero dell’edizione della sua imponente opera scultorea. Per chi ancora non sapesse che alla Biennale di Venezia si vende più che in fiera…

E il pubblico dei vip ha già il suo preferito. Rullo di tamburi – e folla davanti, vedasi foto sotto – per The Clock di Christian Marclay, presentato al pubblico questo inverno dalla galleria londinese White Cube.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.