Biennale di Venezia (quella vera): i Leoni d’oro alla carriera sono Sturtevant e Franz West

La vita continua, e anche la Biennale di Venezia – al netto delle evolutive vicende sgarbiane – continua. Con i suoi regolari appuntamenti, mediamente scanditi da certezza di contenuti e di tempi. Fra questi ci sono i Leoni d’oro alla carriera, come al solito annunciati prima del via della rassegna e consegnati ai due artisti […]

Sturtevant e, a destra, Franz West

La vita continua, e anche la Biennale di Venezia – al netto delle evolutive vicende sgarbiane – continua. Con i suoi regolari appuntamenti, mediamente scanditi da certezza di contenuti e di tempi. Fra questi ci sono i Leoni d’oro alla carriera, come al solito annunciati prima del via della rassegna e consegnati ai due artisti ai Giardini della Biennale sabato 4 giugno 2011, nel corso dell’inaugurazione della mostra: l’artista americana Sturtevant e l’austriaco Franz West.
Le motivazioni? “Per l’unicità e la particolare attualità del loro contributo all’arte contemporanea, e per aver sviluppato un’opera ricca e piena di forza, che invita a vedere la produzione artistica in connessione ad altri ambiti intellettuali”.
Sturtevant è nata nel 1930 a Lakewood, nell’Ohio (Usa), e vive e lavora a Parigi. Anticipatrice dell’arte concettuale, ha creato repliche dei lavori di artisti come Marcel Duchamp, Frank Stella, Andy Warhol, Joseph Beuys e, più recentemente, Felix Gonzalez-Torres o Paul McCarthy. Franz West è nato a Vienna nel 1947, dove vive e lavora. È uno dei più importanti scultori contemporanei, attivo anche nel collage e dell’installazione. Ha sviluppato la scultura come un metalinguaggio, dando rilievo alle sue affinità con le forme organiche e il mobilio; nel 1992 ha esposto nel Padiglione austriaco alla Biennale di Venezia. Nel 2010 ha tenuto una grande esposizione itinerante al Museo Ludwig di Colonia, al MADRE – Museo d’Arte contemporanea DonnaREgina di Napoli e alla Kunsthaus Graz.

www.labiennale.org

  • skl

    fate bene a scrivere “quella vera”.