Sophie Whettnall sfreccia su Artribune Television. Ve l’eravate persa? Niente paura, ecco il video della mostra da Continua…

Il servizio ve lo diamo completo, ci mancherebbe. Sempree più a 360 gradi, sempre più multilayer, Artribune vi racconta le mostre e vi fa sbirciare tra gli opening con i suoi short-video e i videoreport. Troppi chilometri vi separano dal museo o dalla galleria? Beh, in certi casi vi mostriamo pure i video degli artisti. […]

Il servizio ve lo diamo completo, ci mancherebbe. Sempree più a 360 gradi, sempre più multilayer, Artribune vi racconta le mostre e vi fa sbirciare tra gli opening con i suoi short-video e i videoreport. Troppi chilometri vi separano dal museo o dalla galleria? Beh, in certi casi vi mostriamo pure i video degli artisti. Come per la personale di Sophie Whettnall, inaugurata pochi giorni fa da Continua, di cui oggi vi abbiamo fornito un ampio resoconto con il Primo Piano di Matteo Innocenti.
Eccovi dunque il prezioso cammeo: Artribune Television presenta in esclusiva Excess of Yang, una delle opere principali presenti a San Gimignano. Il video, concessoci in versione integrale, è una metafora della condizione femminile: la Whettnal sfreccia alla guida di un’automobile da corsa, alle prese con i classici simboli di potere e di seduzione connessi al genere maschile…

Helga Marsala

[hana-flv-player
video=”http://www.artribune.com/wp-content/uploads/2011/04/EXCESS_OF_YANG.flv”
width=”500″
height=”300″
player=”4″
autoplay=”false”
loop=”false”
autorewind=”true”
/]

Sophie Whettnall, 2010, 1’57”, video installazione, Courtesy Galleria Continua San Gimignano / Beijing / Le Moulin

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.