Lo Strillone: L’Unità Vs. Matteo Renzi. E poi Denis Mahon, Vincino, Salone del Libro…

Avviso ai naviganti: oggi lo Strillone è particolarmente volgare e sboccato. Se vi sentite turbati dalle zozzerie non leggete oltre e aspettate mercoledì, che in edicola esce Topolino. C’è una fregola strana che prende i leader trombati del PD: quella per il romanzo. Dopo Veltroni è la volta di Dario Franceschini, che consegna alle stampe […]

Quotidiani
Quotidiani

Avviso ai naviganti: oggi lo Strillone è particolarmente volgare e sboccato. Se vi sentite turbati dalle zozzerie non leggete oltre e aspettate mercoledì, che in edicola esce Topolino.

C’è una fregola strana che prende i leader trombati del PD: quella per il romanzo. Dopo Veltroni è la volta di Dario Franceschini, che consegna alle stampe per Bompiani il suo Daccapo. Vicenda che Il Quotidiano Nazionale ci dice essere particolarmente pruriginosa: giocata sui vizi e le virtù di una provincetta che soddisfa a mignotte la sua voglia di trasgressione.

L’Unità piange la scomparsa del centenario Denis Mahon; e prova a far piangere Matteo Renzi. Contro la scelta del sindaco di Firenze di ammettere il via libera all’apertura dei negozi in centro nel sacrissimo 1° Maggio, Concita De Gregorio scatena  Salvatore Natoli, che filosofeggia sul tempo perduto. ‘sti Proust!

Immenso Vincino su Il Foglio. A tutta pagina una carrellata di vignette erotico-satiriche sul matrimonio di Will & Kate, dal titolo prodigioso de Il giorno del Pig Ben. Standing ovation!

Avvenire si scatena con i coccodrilli. Approfondisce la portata di Mahon in un elzeviro di Massimo Pulini; annuncia la scomparsa dell’ottuagenario Loreno Sguanci, noto per le volterrane Grandi Tavole dei Segni; e quella di Harry Jackson, pittore e scultore dell’epopea western morto a 87 primavere.

Bel colpo di Europa che intervista i finalisti del Pulitzer Jason Felch e Ralph Frammolino. È loro Chasing Aphrodite, la vera storia di intrighi legata alla Venere di Morgantina: tra pochi giorni esce negli USA, chissà quando in Italia. Dove Il manifesto dedica un’inchiesta agli ultimi crolli – causa incuria – registrati ad Agrigento.

Giusto risalto al prossimo Salone del Libro di Torino, in programma dal 12 al 16 maggio. Considerevole primo piano su La Stampa. Per La Repubblica la notizia sta nella promessa creazione di un museo per raccogliere i 150 romanzi che meglio inquadrano la storia unitaria del Paese. Sede prescelta il Castello di Moncalieri. Post restauro, però.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.