Lo Strillone: Gregotti contro tutti su La Stampa. E poi Maxxi, Brancolini Grimaldi, Sgarbi…

“Gregotti contro tutti” su La Stampa: le aveva cantate a Renzo Piano, per il suo progetto di grattacielo a Torino; e l’aveva fatto anche a danno di Maurizio Costa, a.d. Mondadori, reo di averlo licenziato dalla direzione di Casabella perché, ipse dixit, “sono di sinistra”. I diretti interessati, oggi, rispondono. E intanto Piano presenta, su […]

Quotidiani
Quotidiani

“Gregotti contro tutti” su La Stampa: le aveva cantate a Renzo Piano, per il suo progetto di grattacielo a Torino; e l’aveva fatto anche a danno di Maurizio Costa, a.d. Mondadori, reo di averlo licenziato dalla direzione di Casabella perché, ipse dixit, “sono di sinistra”. I diretti interessati, oggi, rispondono.

E intanto Piano presenta, su Corriere della Sera – et alii – il progetto dell’Auditorium che ha firmato, complice Abbado, per Bologna. Il museo di domani, secondo L’Unità, è al Maxxi: segnalazione della prima puntata del ciclo di lezioni che questo pomeriggio apre le celebrazioni per il centenario della nascita di Franco Albini. Tema: Come sarà il museo del futuro?

Tamara de Lempicka a Roma, Mimmo Paladino a Milano, Man Ray a Lugano: queste le recensioni del giorno su Avvenire. Isabella Brancolini e Camilla Grimaldi aprono a Londra: Il Sole 24 Ore presenta la nuova galleria di Mayfair, inaugurata da una personale di Marie Amar (in dialogo con pezzi di Pino Pascali).

Il Fatto Quotidiano chiede a Galan di respingere la candidatura di Sgarbi a soprintendente di Venezia; su La Repubblica Vittorio minaccia, in caso di mancata nomina, l’abbandono della Biennale.

Su Il Giornale coccodrillo per Osamu Dezaki, scomparso a 67 anni dopo aver firmato la regia di cartoni animati di culto: da Lady Oscar a Lupin III.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.
  • e speriamo visto che la nomina non è avvenuta, che Sgarbi ci liberi della sua Biennale.