Lo Strillone: Galan e l’affaire Sgarbi sul Corsera. E poi estetica, UNESCO, Greater Torino…

Domani Galan si trova sul tavolo quella che il Corriere della Sera definisce “la sua prima grana”. La commissione affari generali valuterà i curricula dei pretendenti al posto di soprintendente speciale a Venezia: il ministro dovrà scegliere il successore di Sgarbi che, allontanato, si ripresenta in corsa. Che ne sarà dell’estetica? Se lo chiede Mario […]

Quotidiani
Quotidiani

Domani Galan si trova sul tavolo quella che il Corriere della Sera definisce “la sua prima grana”. La commissione affari generali valuterà i curricula dei pretendenti al posto di soprintendente speciale a Venezia: il ministro dovrà scegliere il successore di Sgarbi che, allontanato, si ripresenta in corsa.

Che ne sarà dell’estetica? Se lo chiede Mario Perniola, ordinario a Tor Vergata, autore del saggio a tema in uscita sul prossimo numero di Agalma, intercettato su La Repubblica.

L’Unità segnala La donna al plurale, personale di Marina Sagona che mercoledì inaugura alla Tricromia di Roma un percorso ispirato al Cantico dei Cantici di Vitezlav Nezval. E mette in agenda, dal 6 all’8 giugno, il Focus 2011 promosso dall’UNESCO, che alla Villa Reale di Monza convoca il secondo incontro internazionale su cultura e industrie culturali. Tema: Il libro domani: il futuro della scrittura.

Man Ray a Lugano, Carla Accardi a Catania; Bomberg, Lewis e i Vorticisti a Venezia: segnalazioni a raffica su La Stampa. Che celebra Emanuele Cerutti e Ludovica Carbotta alla Fondazione Sandretto, per il ciclo Greater Torino: anche se almeno la Carbotta – fresca vincitrice dell’Ariane de Rothschild – porta opere già viste e straviste. A quando qualcosa di nuovo?

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.