Lo Strillone: Galan a Pompei sul Corriere. E poi Firenze, Salone del Mobile, Pinault…

Focus fiorentino per il Quotidiano Nazionale: che festeggia il ritorno di 12 milioni di euro nelle casse del Ministero dei Beni Culturali, prima congelati dal Tesoro (saranno usati per i restauri di Uffizi e Galleria dell’Accademia); e che affida alla Soprintendente per il Polo Museale fiorentino, Cristina Acidini, il compito di raccontare Novecento sedotto: in […]

Quotidiani
Quotidiani

Focus fiorentino per il Quotidiano Nazionale: che festeggia il ritorno di 12 milioni di euro nelle casse del Ministero dei Beni Culturali, prima congelati dal Tesoro (saranno usati per i restauri di Uffizi e Galleria dell’Accademia); e che affida alla Soprintendente per il Polo Museale fiorentino, Cristina Acidini, il compito di raccontare Novecento sedotto: in mostra al Museo Annigoni le tangenze tra Seicento spagnolo e maestri italiani degli anni ’20 – ’40.

Anche L’Unità va in Toscana per la chiusura – dopo quattro anni – del restauro del Trittico di Badia a Rofeno, firmato Ambrogio Lorenzetti ed esposto al pubblico, da fine maggio, al Museo d’arte sacra di Asciano (Siena).

Il Sole 24 Ore entra in clima Salone del Mobile, presentando un tot di iniziative che sostiene e/o organizza direttamente; idem per La Repubblica che lancia i laboratori di design per bambini in cartellone alla Triennale.

È Lunedì: tradizionale carrellata di preview e recensioni su La Stampa. Dalla collezione Pinault portata da Caroline Bourgeois a Venezia (tra gli altri: Koons, Nauman, Judd), fino alle foto di Anna Maria Borghese a Roma. Passando per la Milano di un MiArt sotto tono.

Il piano di Carandini per salvare Pompei diventa un saggio. A 24 ore dal sopralluogo di Galan in situ ricca anticipazione sul Corriere della Sera.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.