L’altro Premio New York. All’Istituto Italiano di Cultura vincono Nicola Pecoraro e Riccardo Previdi

Premio New York? Sì. Anzi no, questo per la precisione si chiama Premio Selezione Istituto Italiano di Cultura New York. Anche se il rischio di confusione con il riconoscimento promosso dal Ministero degli Esteri presso la Columbia University è alto. La città è ovviamente sempre la Grande Mela, ma stavolta – siamo alla prima edizione […]

Riccardo Previdi

Premio New York? Sì. Anzi no, questo per la precisione si chiama Premio Selezione Istituto Italiano di Cultura New York. Anche se il rischio di confusione con il riconoscimento promosso dal Ministero degli Esteri presso la Columbia University è alto. La città è ovviamente sempre la Grande Mela, ma stavolta – siamo alla prima edizione – a promuovere il premio è direttamente l’Istituto Italiano di Cultura, “per offrire l’opportunità a due Artisti italiani di vivere ogni anno una esperienza Artistica a New York”.

Nicola Pecoraro

I vincitori? Il milan-berlinese Riccardo Previdi e il roma-londinese Nicola Pecoraro. Usciti da una complessa procedura di selezione, strutturata su ben tre livelli. Fino alla commissione giudicatrice che ha scelto i due, composta da Riccardo Viale, Alvise Chevallard, Laura Barreca, Paolo Colombo, Pepi Marchetti, Beatrice Merz, Ruben Levi.

www.iicnewyork.esteri.it

 

  • c

    Il papocchio all’italiana… bleah

  • luca rossi

    Queste notizie fanno sempre sorridere. Cosa serve continuare a dare premi per permettere 6 mesi e 4 ore di esperienza a new york o alla capitol city di turno??? “Cose” che forniscono esperienze? Una specie di droga destinata a finire il suo effetto e a lasciare poco niente. Se non il perpetuare di un certo ruolo di artista stantio, eternamente Peter Pan speso tra una residenza, un premio, un borsa di studio e un ‘altra residenza…che ruolo riveste oggi l’artista? L’ennesimo giovane artista? Mai un premio che ponga una domanda invece di dare un responso.

  • A.S.

    Luca ..hai rotto il caz.. e ora d finirla di fare il santone con la sfera di cristallo…