Baronessa Ludovica. Va alla Carbotta il Premio Ariane de Rothschild 2011

Un premio dal sangue blu. Per il nome del presidente della giuria nonché promotrice dell’iniziativa – alla quale da anche il nome -, la Baronessa Ariane de Rothschild. Ma anche per il livello degli stessi giurati, Adam Budak, il direttore del Guggenheim Museum di New York Richard Armstrong, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Francesco Vezzoli. E […]

Un premio dal sangue blu. Per il nome del presidente della giuria nonché promotrice dell’iniziativa – alla quale da anche il nome -, la Baronessa Ariane de Rothschild. Ma anche per il livello degli stessi giurati, Adam Budak, il direttore del Guggenheim Museum di New York Richard Armstrong, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Francesco Vezzoli.
E dove poteva svolgersi l’atto finale, se non in un Palazzo Reale? È lì, a Milano, che oggi la quinta edizione del Premio Ariane de Rothschild ha scritto il nome di Ludovica Carbotta (Torino, 1982) nel suo carnet. Con la scultura in legno, dal titolo Tempo imperfetto, la giovane torinese si aggiudica una borsa di studio per un anno presso il Central Saint Martins College of Art and Design di Londra, scelta fra i diciotto artisti italiani selezionati come finalisti. Video, installazioni, teche, sculture e disegni, per una collettiva che resterà visibile fino al 1 maggio.

Ludovica Carbotta ha convinto la giuria “per il modo in cui pone se stessa in relazione all’opera e allo spazio. Utilizzando materiali di recupero, l’artista ci dimostra come questi possano essere messi in rapporto in modo semplice, ma al contempo realizzando qualcosa di immensamente complesso”.

Ginevra Bria

Mostra: dal 6 aprile al 1 maggio 2011
Palazzo Reale
Piazza Duomo 12 – Milano
www.adrprize.com

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.
  • hm

    ma sono stati segati 50 commenti?

    • Redazione

      c’è stato un problema tecnico, abbiamo dovuto ricaricare il backup di questa mattina alle ore 10 circa.
      inconvenienti antipatici, ma scusabili – speriamo – in un sito continuamente in progress
      cercheremo di recuperare i commenti spariti, intanto ci scusiamo con i lettori

  • haber

    Ma cavolo questa notizia era piena così di commenti