Turcato docet. A Terni si parla di restauro dell’arte contemporanea

I temi trattati? Dalle considerazioni generali sulle tecniche di intervento e di diagnostica, al restauro dell’installazione di Giulio Turcato, fino alla Convenzione per il controllo e la manutenzione delle installazioni di arte contemporanea nella Metropolitana di Napoli. Perché proprio Turcato? Perché dopo la mostra in corso al Centro Arti Opificio Siri di Terni – prorogata […]

I temi trattati? Dalle considerazioni generali sulle tecniche di intervento e di diagnostica, al restauro dell’installazione di Giulio Turcato, fino alla Convenzione per il controllo e la manutenzione delle installazioni di arte contemporanea nella Metropolitana di Napoli. Perché proprio Turcato? Perché dopo la mostra in corso al Centro Arti Opificio Siri di Terni – prorogata fino al 3 aprile -, ora arriva anche un convegno organizzato da Civita e curato da Giovanni Basile, che si terrà – sabato 19 marzo – in occasione della presentazione dei risultati del restauro condotto su Libertà, le 7 sculture di ferro verniciato di Giulio Turcato installate nel 1989 presso il lago di Piediluco.

Marta Santacatterina

 

CONDIVIDI
Marta Santacatterina
Marta Santacatterina è giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Storia dell'arte, titolo conseguito presso l'Università degli Studi di Parma. È editor freelance per conto di varie case editrici e, dal 2015, ricopre il ruolo di direttore sia di Fermoeditore sia della rivista online della stessa casa editrice, "fermomag", sulla quale cura in particolare le rubriche dedicate all'arte e alle mostre. Collabora con "Artribune" fin dalla nascita della rivista, nel 2011.