Mantegna? È online. Disegni in rete grazie a Kunsthistorisches Institut e Uffizi

Antichi disegni, nuove tecnologie. Una mostra online curata dal Kunsthistorisches Institut di Firenze e dal Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi – che raccoglie il nucleo granducale delle opere su carta di gran parte degli artisti fiorentini del Rinascimento – presenta un progetto di digitalizzazione e catalogazione informatica della collezione. La fotografia digitale e le […]

Adolfo Wildt, Dei et Christi eius aevum

Antichi disegni, nuove tecnologie. Una mostra online curata dal Kunsthistorisches Institut di Firenze e dal Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi – che raccoglie il nucleo granducale delle opere su carta di gran parte degli artisti fiorentini del Rinascimento – presenta un progetto di digitalizzazione e catalogazione informatica della collezione. La fotografia digitale e le nuove ricerche condotte dagli studiosi coinvolti consentono di guardare con approccio innovativo schizzi del Barocci, dei pittori fiamminghi del XVI secolo, di Parmigianino, Guercino e tanti altri, fino alle nuove acquisizioni che comprendono anche opere di Adolfo Wildt e a Jean Fautrier.
Immagini fragili e delicate, spesso conservate gelosamente negli archivi, figure da spulciare in una comodità domestica, da osservare nei particolari e da confrontare le une con le altre. Un gioco raffinato alla scoperta del gesto che spesso, nella storia dell’arte, era preludio alla pittura.

Marta Santacatterina

expo.khi.fi.it

 

CONDIVIDI
Marta Santacatterina
Marta Santacatterina è giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Storia dell'arte, titolo conseguito presso l'Università degli Studi di Parma. È editor freelance per conto di varie case editrici e, dal 2015, ricopre il ruolo di direttore sia di Fermoeditore sia della rivista online della stessa casa editrice, "fermomag", sulla quale cura in particolare le rubriche dedicate all'arte e alle mostre. Collabora con "Artribune" fin dalla nascita della rivista, nel 2011.