Lo Strillone: Bonami Vs Sperone su La Stampa. E poi FUS, Daverio, Muybridge…

Non ne esce un ritratto granché ammiccante, anzi: dall’intervista esclusiva a Gian Enzo Sperone che Francesco Bonami affida alle colonne de La Stampa traspare qualche nota di malinconica antipatia. Il rimpianto del gallerista? “Avrei dovuto smettere a 35 anni quando avevo fatto e capito quasi tutto”. La differenza tra lui e Gagosian? “Lui è il […]

Quotidiani
Quotidiani

Non ne esce un ritratto granché ammiccante, anzi: dall’intervista esclusiva a Gian Enzo Sperone che Francesco Bonami affida alle colonne de La Stampa traspare qualche nota di malinconica antipatia. Il rimpianto del gallerista? “Avrei dovuto smettere a 35 anni quando avevo fatto e capito quasi tutto”. La differenza tra lui e Gagosian? “Lui è il Duveen del nostro tempo, il il Mr. Nessuno, che però verrà ricordato fuori del nostro tempo (speriamo) per le sue intuizioni non ortodosse”.

Su Libero Nazareno Carusi torna sulle accise elette a carburante per il FUS. E si chiede “perché pagare strumentisti, coristi, amministrativi e teatranti che spesso stanno lì per rapporti col capobastone?”. Per lui sarebbe meglio chiudere i rubinetti e vedere chi resta a galla.

Galleria di recensioni su Avvenire: L’ultimo Michelangelo al Castello Sforzesco di Milano, la collezione Stein – arte povera – a Lugano; Matthew Day Jackson al MAMBO. Spazio alla polemica con intervento anche di Philippe Daverio sulla copertura del fregio mussoliniano firmato da Hans Piffrader per la fu Casa del Fascio di Bolzano.

Appunti dall’agenda de Il Sole 24 Ore: da questa sera e fino a dicembre, dalle 19 alle 23, si entra gratis nei principali musei e siti archeologici italiani per la nuova dizione dei Martedì in Arte; da domani fino a domenica Ferrara ospita la diciottesima edizione del salone del restauro.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

 

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.