L’arte prende fuoco. Su Artribune Television una suggestiva e “rovente” performance di Paolo Buggiani

È una personalità esplosiva ed eclettica, quella di Paolo Buggiani (Castelfiorentino, 1933; vive a Roma). Pittore, scultore e performer, più conosciuto all’estero che in patria, è famoso soprattutto per le “sculture di fuoco”, con cui ha movimentato la Street Art newyorkese a cavallo tra gli Anni Settanta e Ottanta, a fianco di personaggi come Keith […]

È una personalità esplosiva ed eclettica, quella di Paolo Buggiani (Castelfiorentino, 1933; vive a Roma). Pittore, scultore e performer, più conosciuto all’estero che in patria, è famoso soprattutto per le “sculture di fuoco”, con cui ha movimentato la Street Art newyorkese a cavallo tra gli Anni Settanta e Ottanta, a fianco di personaggi come Keith Haring, Richard Hambleton e Ken Hiratsuka.
Artribune Television vi regala un video della sua più recente performance, svoltasi qualche settimana fa nel suo studio a Isola Farnese, nell’Agro Romano. Non perdetevelo!

www.paolobuggiani.com

CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Dal 2011 collabora con Artribune.