Il signore degli alberi. Penone fa 150 per la GAM di Torino

Un albero, magari un ulivo, per commemorare i 150 anni dell’Unità d’Italia? Troppo banale, e allora che albero sia, ma di marmo e bronzo. Del resto c’è di mezzo Giuseppe Penone, il signore degli alberi, ed allora il gesto visto in questi giorni in mille piazze del Belpaese diventa un evento artistico. “Un blocco di […]

Un albero, magari un ulivo, per commemorare i 150 anni dell’Unità d’Italia? Troppo banale, e allora che albero sia, ma di marmo e bronzo. Del resto c’è di mezzo Giuseppe Penone, il signore degli alberi, ed allora il gesto visto in questi giorni in mille piazze del Belpaese diventa un evento artistico.

Un blocco di marmo, materia che proviene dal sottosuolo, sostiene un albero, cresciuto a contatto della pietra, sradicato e fuso in bronzo”, come lui stesso descrive la sua In limine. Che oggi aspetta il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per piantare le sue radici davanti alla GAM di Torino, complice la Fondazione De Fornaris che ha commissionato l’opera. Immagini? Solo dopo l’inaugurazione, ma intanto beccatevi backstage e bozzetto…

www.fondazionedefornaris.it

 

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.