150 x 3. E poco altro. Il Corsera festeggia con Paladino, Isgrò e Benati

Non banali illustrazioni, ma proprio opere originali, realizzate appositamente per il quotidiano. È anche così che il Corriere della Sera festeggia i 150 anni dell’Italia unita, regalando oggi – nell’apposita contro-copertina – le crezioni “tricolori” di tre grandi artisti, di tre diverse generazioni. Qui la scena è dominata da un Mimmo Paladino non propriamente in […]

Non banali illustrazioni, ma proprio opere originali, realizzate appositamente per il quotidiano. È anche così che il Corriere della Sera festeggia i 150 anni dell’Italia unita, regalando oggi – nell’apposita contro-copertina – le crezioni “tricolori” di tre grandi artisti, di tre diverse generazioni. Qui la scena è dominata da un Mimmo Paladino non propriamente in forma, in prima pagina (foto in alto), mentre nelle pagine interne (sopra, da sinistra a destra) brillano una cancellazione del grande Emilio Isgrò ed un poetico acquerello di Davide Benati.

Una piccola eccezione, nel diffuso disimpegno del mondo dell’arte per la ricorrenza. Pochissima infatti l’attenzione soprattutto degli artisti contemporanei al 150enario. Fa eccezione solamente, a Roma, l’installazione di Alfredo Pirri, profonda riflessione sul concetto stesso di bandiera, piazzata sulla facciata del mitologico Liceo Torquato Tasso. Qui sopra, un video dell’opera girato durante l’inaugurazione.