L’accettazione serena del fluire delle cose, della loro imperfezione, della loro impermanenza. Questa è la concezione giapponese del Wabi Sabi, che fa anche da titolo al primo album di Teiuq, il nuovo progetto solista di Fabio Di Salvo. Dopo aver elaborato nel duo Quiet ensemble – tra i più importanti video-artist italiani, visti di recente durante lo show di Liberato a Club To Club a Torino – una poetica del sentire contemporaneo passando dalle arti visive a quelle spettacolari, l’indagine di Teiuq si concentra ora sulle qualità sonore di civiltà ed etnie remote, portando in superficie musiche e canti popolari, mixati attraverso l’utilizzo di strumenti elettronici.
A suggellare il suo legame con le arti visive c’è Il treno per Evelyn, video dell’ultimo singolo estratto dal disco Wabi Sabi uscito a ottobre, realizzato dall’illustratrice emiliana Martina Zena. È la storia di un viaggio durante il quale vengono seguiti gli spostamenti di un gruppo di monaci tibetani attraverso le terre dell’Indocina, un percorso la cui destinazione è ignota. Il video vive grazie a un lavoro di found footage e di cut’n’mix di materiale recuperato da internet, dove ogni singolo fotogramma è stato poi ridisegnato a mano e reinterpretato, lasciando grande spazio al colore e alla matericità delle varie tecniche utilizzate (grafite, acquerelli, pastelli a cera, pennarelli) per dar corpo al flusso incessante delle immagini. Il tutto sapientemente sincronizzato al ritmo incalzante della musica, composta da suoni in parte campionati dall’etnomusicologo Laurent Jeanneau, in arte Kink Gong, in parte sintetizzati dallo stesso Di Salvo.

– Claudia Giraud

https://teiuq.bandcamp.com/releases

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).