La questione è ormai antica, ma a quanto pare non smette di appassionare. Come può una tela dipinta interamente di bianco diventare un capolavoro esposto nei musei e venduto per migliaia di dollari? Lo scetticismo e la facile ironia del grande pubblico non accenna a diminuire, e i sostenitori della tesi della “grande truffa” dell’arte contemporanea sono sempre in agguato.
In questo video, il giornalista Dean Peterson, aiutato da Elisabeth Sherman, assistente curatrice al Whitney Museum of American Art di New York, cerca di spiegare ancora una volta, in maniera semplice e diretta, il valore del minimalismo e, più in generale, dell’arte moderna più astratta e concettuale. Se siete tra quelli che non resistono e nei musei d’arte contemporanea non fanno che esclamare fieramente “lo potevo fare anche io”, questo video fa per voi.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.