La prima esposizione del MAAD, Museo d’Arte di Adria e del Delta del Po, s’intitola Attraverso, una visione oltre. La maggior parte delle opere proviene dall’Archivio Cattelani e include Joseph Beuys, Stefano Cagol, Gino De Dominicis, Gilbert and George, Sol LeWitt, Giovanni Mundula, Herman Nitsch, Yoko Ono, Luigi Ontani, Vettor Pisani, Fabrizio Plessi e Luca Vanello. Tutti artisti che secondo il curatore Tobia Donà sono accomunati da una “tensione a guardare oltre la superficie delle cose”. Nel confronto tra intenzioni e metodologie l’obiettivo è suggerire delle riflessioni e sollevare questioni più che offrire teorie definite. Molto ambizioso il progetto per un museo con pochi giorni di vita (è stato inaugurato solo il 30 aprile) gestito dall’Associazione Adria Cultura della Fondazione Scolastica Carlo Bocchi, che si è anche occupata del restauro dei locali insieme al Gal Polesine Delta Po. Lo spazio è stato concepito in modo da includere una sezione storica, una sezione contemporanea e una per la fruizione virtuale del patrimonio artistico della città e del territorio: propositi logistici volti a coinvolgere i cittadini con eventi di una certa rilevanza culturale, ma anche ad attrarre visitatori oltre i confini regionali. Nel video un estratto delle recenti attività del MAAD.

– Federica Polidoro

Adria (RO) // fino al 25 giugno 2016
Attraverso, una visione oltre
Artisti: Joseph Beuys, Stefano Cagol, Gino De Dominicis, Gilbert and George, Sol LeWitt, Giovanni Mundula, Herman Nitsch, Yoko Ono, Luigi Ontani, Vettor Pisani, Fabrizio Plessi e Luca Vanello
MAAD. Museo d’Arte Adria e Delta. 
Palazzo Bocchi. 
Corso Vittorio Emanuele II, 78, 45011 
0426 901188
fondazionecarlobocchi.it

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.