Luminescenza è un’emissione di luce non derivante dal calore, quindi una radiazione fredda. Eppure lo spettacolo che la Fake Factory di Firenze ha pensato per la facciata del Ponte Vecchio, di freddo, ha ben poco. Pietra e mattoni diventano brillamenti solari e dettagli di opere d’arte riflessi nell’Arno. Un incantesimo che ammalia gli occhi e infiamma gli spiriti. Le proiezioni luminose rivelano la storia della creatività dell’uomo, dal primo segno grafico lasciato dall’Homo sapiens nelle grotte fino alla Magna Grecia, all’impero Romano, agli Etruschi e poi ancora il genio di Leonardo Da Vinci, Michelangelo, Pontormo, passando per Sironi, Balla, l’Opificio delle Pietre Dure, Morandi, Fontana fino all’arte contemporanea. Lo spettacolo è stato promosso dal Comune all’interno di una manifestazione che si ripete dal 2011 e che si chiama F-Light, dove la F sta per Firenze e per Festival, Light per Luce e Flight per volo. E l’immaginazione certo plana alta, con le illusioni luminose che si susseguono come in una panoramica a schiaffo sulle pareti degli edifici e dei ponti storici della bella Firenze. Un’occasione più che mai speciale per questo Festival, dal momento che l’Unesco ha dichiarato il 2015 Anno Internazionale della Luce. La manifestazione si è appena conclusa, ma in questo breve video vi diamo un saggio di quello che vi siete persi, se non eravate lì di persona.

– Federica Polidoro

www.thefakefactory.com

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.