Si chiude il concorso con il quarto film italiano, Per amor vostro di Giuseppe Gaudino, una pellicola kitsch ma molto coerente, con una Valeria Golino da Coppa Volpi.
Una storia di rivincita e miracoli, girata in bianco e nero con inserti dipinti dove appaiono madonne, inferni e tempeste. Dove la morte è come nell’iconografia barocca e l’uomo è sempre nero, si parla napoletano e si cantano le canzoni del Quartetto Cetra.

Statuaria oggi la Golino durante l’incontro con la stampa, nella sua eleganza e semplicità splendeva come una vera diva di Hollywood. Tutti gli occhi solo per lei. E qualcuno anche per Adriano Giannini, il fascinoso figlio d’arte con l’occhio verde killer e il timbro di voce più bello del doppiaggio italiano (eccezion fatta per papà, ovviamente).
Eravamo proprio lì mentre accadeva tutto: ecco il nostro incontro con questo folle, caloroso cast.

Federica Polidoro

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.
  • Roberto

    Bellissimo servizio, domande precise ed intelligenti